POESIA SIN FIN del Maestro Alejandro Jodorowsky. Sempre a grande richiesta!

marzo 2, 2018 in Archivio da cinedetour

Cinema Detour, Via Urbana 107 Roma
venerdì 2 marzo ore 20.30

in collaborazione con Mescalito Film

Quinzaine des Réalisateurs – Festival di Cannes & Festival del Cinema di Locarno

POESIA SIN FIN

(Poesia senza fine)

di Alejandro Jodorowsky 

(Cile, 2013, 125′, v.o. spagnolo, sott. italiano)
Con Alejandro Jodorowsky, Brontis Jodorowsky, Axel Jodorowsky, Adan Jodorowsky, Pamela Flores
 

>Prenotazione online

Durante gli anni Quaranta e Cinquanta, nel fermento della capitale cilena, Santiago, il ventenne Alejandrito Jodorowsky decide di diventare poeta contro la volontà dei famigliari. Immerso nel mondo artistico e bohémien dell’epoca, fa la conoscenza di Enrique Lihn, Stella Díaz e Nicanor Parra, promesse della letteratura moderna sudamericana. Circondato da quest’universo di intellettuali e sperimentazione poetica, vivrà un periodo autentico, pervaso di sensualità e follia. Dopo 2 mesi ininterrotti di tutto esaurito in esclusiva, continua al cinema Detour la programmazione del nuovo capolavoro del maestro Jodorowsky.

LOGOTONDO_ombra

Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Video d’arte | Teatro | Produzione Distribuzione Editoria indipendente

Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it

Posti limitati, vi consigliamo di arrivare con discreto anticipo. Tesseramento e biglietteria dalle ore 18.30.

Tutti i film sono proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano.
Ingresso: tessera annuale 4€ + quota partecipativa 5€
E’ necessaria la pre-iscrizione sul nostro sito.

Art-house cinema in Downtown Rome since 1997.
All movies are screened in their original languages with italian or english subtitles

IGGY POP e MICHEL HOUELLEBECQ in “RESTARE VIVI: UN METODO”. *Replica a grande richiesta*

marzo 3, 2018 in Archivio da cinedetour

Cinema Detour, Via Urbana 107 Roma
Sabato 3 marzo 2018 ore 19.30

in collaborazione con Wanted Cinema distribuzione

Iggy Pop e Michel Houellebecq in

TO STAY ALIVE: A METHOD

Di Erik Lieshout, Arno Hagers, Reinier van Brummelen. Con Iggy Pop,Michel Houellebecq.

(Paesi Bassi 2017, 70′. V.O. inglese e francese con sottotitoli italiano)

Quando nel 1990, in una spoglia stanza di Parigi, Michel Houellebecq cominciò a scrivere il suo famoso saggio Rester vivant (Restare vivi: un metodo), era sull’orlo del baratro. Se non vi cadde, fu grazie alla letteratura. Oggi, nel suo giardino soleggiato di Miami, Iggy Pop legge quel saggio poetico sul rapporto tra arte, sopravvivenza e follia, e dedicato a “tutti coloro che non ce la fanno più e che sono sul punto di mollare”.

In questo film esistenzialista, ma venato da un tocco di humour surreale, Houellebecq e Iggy Pop invitano non solo i poeti, ma tutti coloro che si sentono feriti dalla vita “a tornare all’origine dell’esistenza, cioè alla sofferenza”. Un dialogo appassionato tra due “giganti” che invita ogni spettatore a evadere dalla gabbia dell’esistenza ordinaria e a spezzare la catena del dolore, anche se il prezzo da pagare per la liberazione può essere la solitudine. 

Iggy Pop rilegge intensamente le parole del libro e dialoga con lo scrittore, interrogando anche, con le parole del testo, lo spettatore. La riflessione è incentrata sul confine sottile tra individualità, eccentricità e follia, sugli spazi sempre più stretti in cui ci dimeniamo alla ricerca di un equilibrio impossibile, sul ruolo dell’artista nella società, sulla possibilità per le parole di salvarci, ancora e sempre, la vita. Con un messaggio di speranza al di là di ogni cinismo: bisogna andare avanti, a ogni costo, tirare fuori la propria poesia anche se uscendo lacera l’anima: “Non abbiate paura, il peggio è passato”.

Premio del Pubblico Biografilm Festival 2017. 

LOGOTONDO_ombra DETOUR
Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Distribuzione indipendente

Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it
Detour è affiliato all’ENAL e alla FICC (Federazione Italiana Circoli Cinema)

Sostienici / Support Us
Seguici su / Follow us on:

 

I’M NOT YOUR NEGRO. Nomination Oscar 2017. Premio del Pubblico Berlino 2017. Migliore Doc British Academy Film Awards 2018

marzo 3, 2018 in Archivio da cinedetour

ON THE ROAD FILM FESTIVAL 2018 Preview

Cinema Detour, Via Urbana 107 Roma
sabato 3 marzo 2017 ore 21 / v.o. inglese, sottotitolato in italiano  

in collaborazione con Wanted Cinema distribuzione

“Qualcuno mi ha detto che in genere le persone non riescono a sopportare troppa realtà. Voleva dire che preferiscono la fantasia a un’accurata riproduzione della loro esistenza. Le persone hanno già abbastanza realtà da sopportare, semplicemente vivendo la loro vita, crescendo i figli, sopportando gli eterni fardelli di nascita, tasse e morte” A. Baldwin

“One of the best movies you’re likely to see this year” Manohla Dargis – New York Times

Audience Award Berlino 2017
Nomination Oscar Miglior Documentario 2017
Miglior Documentario al British Academy Film Awards 2018

I’M NOT YOUR NEGRO

Di Raoul Peck (2017, Stati Uniti/Francia/Belgio/Svizzera, inglese con sottotitoli italiano, 93′)
Con Samuel L. Jackson, James Baldwin, Martin Luther King Jr., Malcolm X

“Perché tanto livore bianco? Forse l’ossessione per una sorta di “demone della purezza” rivela l’oscurità che si agita nell’animo dei bianchi? Sono le domande inquietanti che vengono fuori vedendo il documentario capolavoro I am not your negro di Raoul Peck, basato su Remember this house, un manoscritto incompleto dello scrittore afroamericano James Baldwin. Un film che spinge a rovesciare i poli opposti, il bianco e il nero, con tutte le conseguenze del caso. Un documentario che merita di essere visto dal maggior numero possibile di spettatori, di essere proiettato e discusso nelle scuole. I am not your negro pervade l’animo nel profondo e finora è il film più bello del 2017…” Francesco Boille – Internazionale

I Am Not Your Negro tocca le vite e gli assassinii di Malcom X, Martin Luther King Jr. e Medgar Evers per fare chiarezza su come l’immagine dei Neri in America venga oggi costruita e rafforzata.
Medgar Evers, morto il 12 giugno 1963. Malcolm X, morto il 21 febbraio 1965. Martin Luther King Jr., morto il 4 aprile 1968.

Nel corso di 5 anni questi tre uomini sono stati assassinati. Uomini importanti per la storia degli Stati Uniti d’America e non solo. Questi uomini erano neri, ma non è il colore della loro pelle ad averli accomunati. Hanno combattuto in ambiti differenti e in modo diverso, ma tutti alla fine sono stati considerati pericolosi perché hanno portato alla luce la questione razziale.

James Baldwin si è innamorato di queste persone e ha voluto mostrare i collegamenti e le similitudini tra questi individui scrivendo di loro. E lo ha fatto attraverso lo scritto incompiuto Remember This House.

JAMES BALDWIN è stato uno dei più grandi scrittori Nord-Americani della seconda metà del ‘900 e un brillante critico sociale in grado di prevedere rovinosi “trend” che oggi viviamo nel mondo occidentale e non solo, mantenendo senso di umanità, speranza e dignità. Ha saputo esplorare le complessità razziali, sessuali e le differenze di classe tanto evidenti quanto ignorate.

Possedeva un’impareggiabile capacità di comprendere la storia, la politica e più di tutto la condizione umana. Ancora oggi le parole di James Baldwin colgono di sorpresa come un pugno allo stomaco. Difficile trovare qualcosa di così preciso, sottile e incisivo come gli scritti di quest’uomo.

I pensieri di Baldwin sono ancora efficaci come il giorno in cui sono stati espressi per la prima volta. Le sue analisi, i suoi giudizi, i suoi verdetti, risultano più attuali di quando vennero scritti.
Nel contesto odierno dell’America, la violenza e la confusione condannati da lui continuano, banalizzati e distorti dall’informazione, dai media, da Hollywood e dalla politica.

Recensione completa su Internazionale.


“What white people have to do, is try and find out in their own hearts why it was necessary to have a nigger in the first place, because I’m not a nigger, I’m a man, but if you think I’m a nigger, it means you need it.” /  “The story of the Negro in America is the story of America, and it is not a pretty story.” Alec Baldwin

In 1979, James Baldwin wrote a letter to his literary agent describing his next project, Remember This House. The book was to be a revolutionary, personal account of the lives and successive assassinations of three of his close friends-Medgar Evers, Malcolm X and Martin Luther King, Jr. At the time of Baldwin’s death in 1987, he left behind only thirty completed pages of his manuscript.

Now, in his incendiary new documentary, master filmmaker Raoul Peck envisions the book James Baldwin never finished. The result is a radical, up-to-the-minute examination of race in America, using Baldwin’s original words and flood of rich archival material.

I Am Not Your Negro is a journey into black history that connects the past of the Civil Rights movement to the present of #BlackLivesMatter. It is a film that questions black representation in Hollywood and beyond. And, ultimately, by confronting the deeper connections between the lives and assassination of these three leaders, Baldwin and Peck have produced a work that challenges the very definition of what America stands for.

‘Raoul Peck’s “I Am Not Your Negro” is the rare movie that might be called a spiritual documentary. It’s a meditation on the prophetic brilliance and the very being of James Baldwin, the African-American writer who was more than a “great thinker” on race — he was the prose-poet of our injustice and inhumanity (and our humanity, too).’ – Variety

LOGOTONDO_ombra DETOUR
Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Distribuzione indipendente

Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it
Detour è affiliato all’ENAL e alla FICC (Federazione Italiana Circoli Cinema)

Sostienici / Support Us
Seguici su / Follow us on:

 

UN TANGO MÀS. Un doc prodotto da WIM WENDERS *Replica a grande richiesta*

marzo 4, 2018 in Archivio da cinedetour

Cinema Detour, Via Urbana 107 Roma
Domenica 4 marzo 2018 ore 18.30

in collaborazione con Wanted Cinema

UN TANGO MÀS

[Un ultimo tango]

Di German Kral, prodotto da Wim Wenders. Argentina, Germania, 85′. V.O. Spagnolo con sottotitoli italiano.
Con: Juan Carlos Copes, María Nieves Rego.

Il docu-film prodotto da Wim Wenders è il racconto della storia d’amore tra i due ballerini più famosi nella storia del tango, e la storia della loro passione per il tango. María Nieves Rego e Juan Carlos Copes si sono incontrati quando avevano quattordici e diciassette anni e hanno ballato insieme per quasi cinquant’anni. In tutto questo tempo hanno amato e odiato l’altro e hanno attraversato diverse separazioni dolorose, per poi tornare sempre insieme. Qui, Juan e María raccontano la loro storia ad un gruppo di giovani coreografi di Buenos Aires, che trasformano i momenti più belli e drammatici della vita della coppia in incredibili coreografie.

>Prenotazione online


LOGOTONDO_ombra DETOUR
Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Distribuzione indipendente

Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it
Detour è affiliato all’ENAL e alla FICC (Federazione Italiana Circoli Cinema)

Sostienici / Support Us
Seguici su / Follow us on:

 

FREE LUNCH SOCIETY [I documentari di INTERNAZIONALE]

marzo 4, 2018 in Archivio, mondovisioni, mondovisioni2018, OTRFF2018pw da cinedetour

cineagenzia_logo_2015 internazionale_testata LOGOTONDO_ombra

Roma Cinema Detour, Via Urbana 107 Roma
Domenica 4 marzo 2018 ore 20.30

in collaborazione con CineAgenzia e  Internazionale

MONDOVISIONI. I Documentari di Internazionale a Roma  

FREE LUNCH SOCIETY

di Christian Tod. Austria/Germania 2017, 95’. In inglese e tedesco con sottotitoli in italiano.

Cosa faresti se non dovessi più preoccuparti di guadagnare? Fino a pochi anni fa il reddito di cittadinanza era considerato un’utopia, oggi è diventato oggetto di dibattito politico e scientifico. Globalizzazione, automazione, fine della classe media: si parla sempre delle cause, mai di possibili rimedi.
E se la soluzione fosse distribuire denaro a tutti senza nessun lavoro in cambio? Il film esamina questa ipotesi, presentando opinioni, spiegazioni ed esperimenti in giro per il mondo.

What would you do if your income were taken care of? Just a few years ago, an unconditional basic income was considered a pipe dream. Today, this utopia is more imaginable than ever before – intense discussions are taking place in all political and scientific camps. FREE LUNCH SOCIETY provides background information about this idea and searches for explanations, possibilities and experiences regarding its implementation.

> Prenotazioni online

___

DETOUR CINEMA
Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Produzione Distribuzione indipendente
Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it
Tutti i film sono proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano.
Ingresso: tessera annuale 4€ + contributo film 5€

LA DANZA DE LA REALIDAD di A. Jodorowsky

marzo 9, 2018 in Archivio da cinedetour

Cinema Detour, Via Urbana 107 Roma
Ven 9 marzo 20.30
in collaborazione con Garabombo distribuzione

 

LA DANZA DE LA REALIDAD

(LA DANZA DELLA REALTÀ)

di Alejandro Jodorowsky 

(Cile, 2013, 125′, v.o. spagnola, sott. italiano)
Con Alejandro Jodorowsky, Brontis Jodorowsky, Axel Jodorowsky, Adan Jodorowsky, Pamela Flores 

Selezionato al Festival di Cannes 2013 e dopo grandi sforzi finalmente distribuito anche in Italia da Garabombo, arriva dopo ben 23 anni di attesa il penultimo straordinario film di Alejandro Jodorowsky, il regista cult di Santa Sangre e di La montagna Sacra. Un’autobiografia immaginaria che rilegge gli anni dell’infanzia del rivoluzionario scrittore, fumettista, saggista, drammaturgo, cineasta, tarologo e poeta cileno, in una catena di ricordi e sogni, grottesca e straniata.

Figlio di emigranti ucraini esiliati in Cile, Jodorowsky reimmagina la propria infanzia, conservando la verità dei personaggi ma trasponendo gli eventi in un universo poetico. In questa biografia immaginaria, Alejandrito cresce nella merceria “Ukrania” del padre, ateo e severissimo, che lo costringe a prove di resistenza fisica e coraggio eroico, mentre la madre, le cui parole escono sotto forma di canto, rappresenta un porto sicuro e sentimentale. Ma è proprio il padre, Jaime, il vero protagonista di questo poema epico che lo vede passare dallo stalinismo convinto alla fascinazione per il dittatore don Carlos Ibañez, che si era ripromesso di uccidere, fino alla redenzione e alla riscoperta di sé.
C’è veramente tanto di tutto in questo racconto: ci sono l’Odissea di Omero, l’Amarcord di Fellini, il Vangelo (la parabola di Jaime lo vedrà prima storpio poi falegname poi martire), ci sono estratti dai libri dell’autore stesso e c’è la psicomagia da lui teorizzata (anche se qui mai nominata), affidata alla figura della madre, che guarisce il marito dalla peste e dall’infermità e il figlio dalla paura dell’oscurità. Il racconto è lungo, dunque, ma straordinariamente coerente nella resa visiva, nonostante le continue invenzioni sceniche e l’avvicendarsi di costumi fantasiosi e situazioni spettacolari (come la mostra canina o la morìa di pesci sulla battigia).

Il ritorno del regista dopo ventitrè anni di lontananza dal cinema avviene dunque nel nome del suo spirito migliore e più apprezzato, quello surrealista o, in questo caso, soprattutto simbolista, e ha tutta l’aria di un gesto psicomagico esso stesso, dall’impatto emotivo comprovato. Si ride e ci si commuove, in un film in cui la madre crede che suo figlio sia una reincarnazione di suo padre e intanto Jodorowsky stesso adopera il talento istrionico di suo figlio Brontis per fargli interpretare suo padre, a dimostrazione di una complementarietà senza contraddizioni tra esperienza artistica e esperienza di vita (come del resto ribadisce la presenza in scena del regista demiurgo, presenza comunque discreta).
Jodoroswky si conferma dunque un regista che crede ancora, potentemente, nell’immagine e nella costruzione dell’inquadratura, senza però rinunciare ad una narrazione altrettanto ricca ed evocativa.

>Prenotazione online


LOGOTONDO_ombra

Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Video d’arte | Teatro | Produzione Distribuzione Editoria indipendente

Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it

Tutti i film sono proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano.
Ingresso: tessera annuale 4€ + quota partecipativa 5€
E’ consigliata la pre-iscrizione sul nostro sito.

Art-house cinema in Downtown Rome since 1997.
All movies are screened in their original languages with italian or english subtitles

ON THE ROAD FILM FESTIVAL – Bando di partecipazione 2018

marzo 10, 2018 in Archivio, banner alto dx, Film Festival, News, OTRFF2018 da cinedetour

OTRFF.6

ON THE ROAD FILM FESTIVAL
BANDO E REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 2018

Festival internazionale di cinema indipendente di viaggio, errante e di frontiera
Itinerari di confine, spaesamenti e derive psico-geografiche

Apertura delle iscrizioni: 10 marzo 2018

SCADENZE
Iscrizioni “Earlybird” : entro il 30 aprile 2018
Iscrizioni regolari: entro il 31 agosto 2018
Iscrizioni “last minute”: entro 15 settembre2018 entro il 15 OTTOBRE!


“Un tragitto é sempre tra due punti, ma lo spazio intermedio ha preso tutta la sua consistenza,  
e gode di un’autonomia come di una direzione propria” G. Deleuze, F. Guattari, 1987  

ON THE ROAD FILM FESTIVAL è un festival internazionale di cinema indipendente di viaggio, errante e di frontiera, con sede nel leggendario cinema Detour di Roma, e con incursioni nell’area metropolitana e nell’intero territorio laziale. 

Con un concorso internazionale, anteprime e lavori inediti ispirati a viaggi, attraversamenti urbani e di terre selvagge, geografie erranti, itinerari di confine, digressioni da percorsi prestabiliti e sconfinamenti, OTRFF traccia un percorso inedito di cinema internazionale on the road.

Attraverso il lavoro di una Giuria di esperti e il voto del pubblico in sala si assegneranno premi in denaro, tenuta in programmazione con riconoscimento di percentuale sugli incassi, targhe e menzioni speciali ed eventuali premi speciali offerti dagli sponsor.

Le opere audiovisive sono selezionate in base alla loro capacità di sviluppare, con senso critico, originalità e talento linguistico e narrativo, la traccia del festival: una disposizione al viaggiare, in cui ciò che conta non è tanto la destinazione da raggiungere, quanto la strada percorsa – le tappe intermedie, gli incontri, le avventure sulla strada – e nei quali il senso dinamico del paesaggio, metropolitano o naturale, diventa protagonista attivo di un’esperienza umana, solitaria o collettiva, irrinunciabile per la comprensione del mondo e di se stessi.  

Il filmaker/viaggiatore inquadra la strada con il proprio sguardo, e coglie nel paesaggio tutti i segni della cultura, della società, del clima, dell’economia, del lavoro che quella strada, quel paesaggio, quella porzione di mondo hanno modellato. Il viaggiatore vive incontri che avranno su di lui delle influenze, che potrebbero cambiare il suo percorso o il suo modo di vedere il mondo che sta attraversando. Incontri e scambi che segnano reciproche esistenze.


DOVE E QUANDO 

On the Road Film Festival 2018 si svolge a Roma al Cinema Detour e in spazi culturali e sale partner a Roma e nel Lazio, articolandosi in due fasi successive:
OTRFF PREVIEW, tra marzo e ottobre 2018, con un fitto calendario di anteprime, proiezioni fuori concorso, retrospettive ed eventi speciali, incontri con autori e masterclass.
OTRFF AWARDS, tra fine ottobre e dicembre 2018, la fase  culminante e conclusiva del festival, 
con il programma di proiezioni delle sezioni in concorso, fuori concorso e gli eventi collaterali.
Gli spazi del cinema Detour, la storica sala indipendente ubicata dal 1997 in Via Urbana nel centro storico di Roma, accoglierà anche la sede organizzativa e la segreteria del Festival.


CATEGORIE

OTRFF AWARDS 2018 prevede due sezioni competitive. Le opere vengono selezionate in base alle qualità estetico-espressive e alla capacità di interpretare liberamente e con originalità i nodi tematici del festival. Nella scelta verrà data priorità ai lavori inediti a Roma.

  • The Road. Sezione competitiva per film a soggetto, documentari e progetti sperimentali “on the road”. Sono ammessi lungometraggi e mediometraggi di durata superiore ai 30 minuti, realizzati nei formati più comuni di qualunque genere, con preferenza a opere non ancora distribuite nelle sale romane: film a soggetto, documentari, animazione, reportage, sperimentale, episodi di serie tv e web serie, ecc. 
  • ShortCuts. Sezione competitiva per cortometraggi”on the road” di ogni genere – narrativi, documentari, d’animazione, sperimentali, videoclip e videopoesia, video d’arte, ecc. – della durata massima di 30 minuti. >Iscrizione

ISCRIZIONE & SCADENZE

Prima di procedere all’iscrizione si prega di leggere attentamente il presente regolamento.

Apertura delle iscrizioni per tutte le categorie: 10 marzo 2018

SCADENZE / DEADLINES
Previdenti / Earlybird > 30 aprile 2018
Regolari / Regular > 31 agosto 2018
Last Minute / Late > 15 settembre 2018 15 ottobre 2018

QUOTE D’ISCRIZIONE
ShortCuts > Earlybird 5€ | Regular 8€ | Late 14€
The Road > Earlybird 8€ | Regular 14€ | Late 19€

L’iscrizione al festival perfezionata dal pagamento della quota da diritto all’ammissione in qualità di socio ordinario all’Associazione Culturale Detour per l’anno in corso;

Richieste d’iscrizione non perfezionate dal pagamento della relativa quota non saranno prese in considerazione;
L’iscrizione al festival può essere effettuata attraverso una delle due seguenti modalità:

OPZIONE 1– Iscrizione su www.cinedetour.it
1) Compilare il form d’iscrizione online in ogni sua parte;
2) Una volta caricato online in modalità PRIVATA lo screener del proprio film su una qualsiasi piattaforma di condivisione (Vimeo, Google Drive, ecc.), indicare negli appositi campi del form il link e la password corrispondenti;

3) 
Procedere al pagamento della quota d’iscrizione tramite bonifico bancario o conto paypal e fornire prova di versamento all’indirizzo ontheroadff@cinedetour.it entro 7 giorni dalla compilazione del form d’iscrizione, pena la decadenza della richiesta; 

>Bonifico
intestato a DETOUR 
(Banca Popolare di Sondrio BPS 091 Roma Ag. 8)
IBAN: IT46 K056 9603 2080 0000 5249 X53  
Causale “quota partecipativa iscrizione OTRFF e quota associativa Detour 2018”;

>Paypal
indirizzo email per il pagamento 
detourcinema@gmail.com
Causale “quota partecipativa iscrizione OTRFF e quota associativa Detour 2018”;

  • OPZIONE 2 – Iscrizione su piattaforme esterne
    Detour aderisce alle seguenti piattaforme online sulle quali è possibile compilare il form d’iscrizione, caricare online il proprio film e versare la quota di partecipazione con semplicità.
    Scegliendo questa opzione NON è richiesto di compilare il form su www.cinedetour.it.

>FilmFreeway

 

> FilmFestivalLife
‘We encourage committed filmmakers to submit via FilmFestivalLife.
With monthly subscriptions and pro accounts FilmFestivalLife is the smartest way to save money with a strategic approach. J
oin the platform where award-winning filmmakers and quality festivals meet.

submit_button_hor_black

>Festhome

>ReelPort

>Click for Festivals

Click for Festivals - Connecting Films and Festivals

 


PREMI

SEZIONE THE ROAD (lunghi e mediometraggi >30min)

  • Premio della Giuria al Miglior Film On the Road:  1000€  + Targa, con la possibilità di organizzare una o più proiezioni nella programmazione Detour 2018-19;
  • Premio del Pubblico al Miglior Film On the Road: Serata evento nella programmazione DETOUR 2017-18 con riconoscimento di percentuale sugli incassi netti);

SEZIONE SHORT>CUTS (cortometraggi <30min)

  • Premio della Giuria al Miglior Cortometraggio On the Road:  500€ + targa, con possibilità di inserimento nella programmazione Detour 2018-19;
  • Premio del Pubblico al Miglior Cortometraggio On the Road: diploma + inserimento a rotazione nella programmazione Detour 2018-19;

I film delle due sezioni in concorso potranno ricevere ulteriori premi, menzioni speciali o altri riconoscimenti a cura dei nostri partner e sponsor.


REGOLAMENTO E TERMINI DI PARTECIPAZIONE

  • la partecipazione alle sezioni in concorso è aperta a tutti: singoli autori, collettivi di artisti, società di produzione o distribuzione cinematografica, comunità, cooperative, organizzazioni non profits, studenti e scuole di cinema;

  • si accettano esclusivamente opere la cui data di produzione non sia antecedente il 1 Gennaio 2016;

  • nella selezione verranno privilegiate opere inedite, con particolare attenzione alle anteprime (in ordine di priorità: assolute, europee, italiane, regionali, cittadine);

  • OTRFF è una produzione DETOUR CINEMA, associazione culturale non-profit indipendente sostenuta da volontari. Il festival richiede una quota di partecipazione per poter coprire le spese sostenute nel corso delle procedure di selezione;

  • richieste d’iscrizione cui non corrisponda il pagamento della relativa quota entro i termini previsti non saranno prese in considerazione;

  • le quote di partecipazione non potranno essere rimborsate per alcuna ragione;

  • con l’iscrizione al festival si acquista il diritto all’ammissione in qualità di socio/o ordinario/a all’Associazione Culturale Detour per l’anno in corso;

  • per le opere in lingua non italiana, è richiesto l’invio di un file sottotitoli in inglese, spagnolo o francese, sincronizzato e provvisto di time code, in formato standard (sub, srt o ass);

  • se il film iscritto contiene musiche, fotografie o materiale filmato non originale, con la partecipazione al festival si dichiara tacitamente di essere in possesso di tutte le necessarie liberatorie/autorizzazioni da parte degli aventi diritto. Il festival non si assume alcuna responsabilità riguardo suddetta titolarità.

  • tutte le informazioni fornite all’atto dell’iscrizione e i relativi materiali allegati (foto, trailer, estratti audio e video) saranno a disposizione di OTRFF per promuovere la presente e le future edizioni del festival. A OTRFF è pertanto concesso il diritto di usare i materiali forniti all’atto dell’iscrizione, unicamente in riferimento ai film selezionati, per scopi sia istituzionali che promozionali;

  • uno screener del film per la pre-selezione va reso disponibile tramite link privato a una piattaforma di condivisione video (es. Vimeo). Qualora il film non fosse disponibile in streaming, si può ricorrere a un servizio online di trasferimento file (google drive, wetransfer, dropbox, ecc.). I formati accettati sono:. mp4, mkv, mov, mpeg2. Il file dello screener non dovrà pesare più di 2Gb;

  • completato il lavoro del comitato di selezione del festival, l’elenco delle opere ammesse alla fase conclusiva del concorso è pubblicato sul sito cinedetour.it. Soltanto nei casi di esito positivo, viene data comunicazione diretta ai partecipanti all’indirizzo email fornito in fase d’iscrizione;

  • la Giuria, gli spettatori in sala e i partner del festival assegnano i premi e le eventuali menzioni speciali nel corso della serata conclusiva del festival;

  • i premi in denaro vengono corrisposti ai vincitori entro il 31 marzo 2019 tramite trasferimento bancario o paypal. Il montepremi si intende al lordo della tassazione vigente;

  • OTRFF è una manifestazione con vocazione itinerante. Le proiezioni dei film selezionati per il concorso possono essere replicate in date e luoghi diversi durante il periodo del festival. L’iscrizione al concorso comporta il tacito consenso a tutti gli eventi di proiezione;

  • Cinema DETOUR, in accordo con gli aventi diritto, si riserva la possibilità di proiettare i lavori meritevoli di attenzione all’interno della sua programmazione 2018-19;

  • Cinema DETOUR promuove le opere meritevoli segnalandole attraverso il suo ufficio stampa, i suoi profili social, mailing list e sito www.cinedetour.it;


ON THE ROAD FILM FESTIVAL
c/o Associazione Culturale Detour
Via Urbana 107 Roma
www.cinedetour.itontheroadff@cinedetour.it

Seguici su / Follow us on:

OTRFF 2018 | Entry Form – Modulo d’iscrizione

marzo 10, 2018 in Archivio, OTRFF2018, servizi online da cinedetour

CALL FOR ENTRIES 2018

Apertura delle iscrizioni: 10 marzo 2018

SCADENZE / DEADLINES
Earlybird : entro il 30 aprile 2018 / by apr 30 2018
Regolare / Regular: entro il 31 agosto 2018 / by ago 31 2018
Last minute / Late: entro 15 settembre2018 / by sept 15 2018

Bando e Regolamento di partecipazione > Versione italiana
Call for Entries. Partecipation Terms and Conditions > English version
 

In alternativa, è possibile iscrivere il proprio film attraverso una delle seguenti piattaforme web:
Alternatively, you can submit your film on one of the following external web-platforms: 

>FilmFreeway

 

>FilmFestivalLife

submit_button_hor_black

‘We encourage committed filmmakers to submit via FilmFestivalLife.
With monthly subscriptions and pro accounts FilmFestivalLife is the smartest way to save money with a strategic approach. J
oin the platform where award-winning filmmakers and quality festivals meet.

>festhome

>ReelPort

>Click for Festivals

Click for Festivals - Connecting Films and Festivals

 

 

CINEMA DI VIAGGIO: i film vincitori a ON THE ROAD FILM FESTIVAL >> OPENING DATE BANDO 2018

marzo 10, 2018 in Archivio, Film Festival, OTRFF2018pw da cinedetour

cinema Detour Roma

sabato 10 marzo ore 20.00

ON THE ROAD FILM FESTIVAL VI
Festival internazionale di cinema indipendente di viaggio, errante e di frontiera.
Itinerari di confine, spaesamenti e derive psicogeografiche.

CALL FOR ENTRIES: OPENING DATE!

Filmmakers viaggiatori di tutto il mondo, siete pronti a iscrivervi?

Il 10 marzo 2018 è la data di apertura del bando di partecipazione a ON THE ROAD FILM FESTIVAL 2018, il punto di riferimento italiano e internazionale per il cinema indipendente di viaggio e di frontiera.

In occasione della pubblicazione del nuovo bando, vi presentiamo in esclusiva italiana una selezione di quattro straordinari film vincitori della scorsa edizione. 

ON THE ROAD FILM FESTIVAL, alla sua sesta edizione, è un festival con vocazione itinerante in spazi di proiezioni indipendenti e inconsueti a Roma e nell’area metropolitana, con incursioni nell’intero Lazio e in giro per l’Italia. Con anteprime e lavori inediti ispirati a viaggi, attraversamenti urbani e di terre selvagge, geografie erranti, itinerari di confine, digressioni da percorsi prestabiliti e sconfinamenti, OTRFF traccia un percorso inedito di cinema internazionale indie e on the road. L’edizione 2018 avrà luogo ta ottobre-novembre 2018, anticipata da eventi, di proiezione, anteprime, workshop ed eventi collaterali lungo tutto il corso dell’anno.


i film premiati di ON THE ROAD FILM FESTIVAL + OPENING CALL 2018

IL PROGRAMMA

> 20.00

Menzione Speciale “GIRLS ON THE ROAD” a | “GIRLS ON THE ROAD” Detour Special Mention

Anissa 2002

Fabienne Facco
Fra 2015 48′ v.o. sottotitoli italiano

Francia, 2002. Anissa ha sedici anni. I suoi genitori la stanno accompagnando in Marocco a incontrare il suo futuro marito. Approfittando di una sosta in un’area di servizio, Anissa fugge nei boschi.

a seguire

Miglior cortometraggio OTRFF 2017 / Best Short OTRFF 2017 Award. 
Premio: 500€ + OTRFF Short>Cuts Award Plaque.
Motivazioni della Giuria: “Per il suo essere poetico nell’illustrare il dispiegarsi di una vita, malinconico e lirico giocando sul ritmo di tempo e attesa.”

The Edge
Alexandra Averyanova, 2016, Russia, 12’, Senza Dialogo

Una donna anziana vive in una piccola stazione, persa nella profondità della campagna. Non c’è una sola creatura vivente per chilometri di distanza. Ogni giorno, per molti anni, percorre i binari. Questi stessi giorni trascorrono nella maniera più ordinaria. L’unico evento nella vita della donna è un treno che passa per la sua stazione senza fermarsi.

> 21.00 Pausa Buffet (drink non incluso)

> 21.30

Miglior Film OTRFF 2017 / Best Film OTRFF 2017.
Premio: 1000€ + OTRFF Award Plaque.

Motivazioni della Giuria: “Una narrazione che riesce a raccontare un giovane uomo, il suo progetto anarchico, il suo rapporto col mondo, col potere e con la morte mediante l’esattezza e l’essenzialità di azioni, silenzi, dialoghi e un muoversi inquieto che attraversa contemporaneamente lo spazio esterno e quello interiore”.

Punk à Chien

Remi Mazet
Fra 2016 35′ v.o. sottotitoli italiano

Joey è un giovane outsider disilluso e solitario che percorre le strade della Francia in compagnia di un cane. Vive di espedienti esibendosi di tanto in tanto come giocoliere mangiafuoco e dormendo in ripari di fortuna finché, un giorno, si accorge che c’è qualcosa che non va nel suo cane.

a seguire

Menzione Speciale alla Regia  | “Best Directing” President of the Jury Special Mention 

Entre Deux Eaux
Patrice Cordonnier, 2016, Francia, 28’, v.o. arabo/francese sott. italiano

Catherine, una donna single francese che nasconde dietro l’apparente impassibilità, una profonda vulnerabilità emotiva, si reca nella campagna intorno a Marrakech per concludere l’acquisto di una lussuosa villa con piscina. Dopo averla visitata, improvvisamente, cambia idea e accetta la proposta di Ali – il suo tassista marocchino – di aiutarla nella ricerca e agire da mediatore per lei. Un detour inaspettato da cui ha inizio un viaggio completamente diverso: l’occasione di rimettersi in gioco e riconnettersi con una parte sepolta di sé stessi.

Seats Reservations

> download the festival catalogue


>Information: for bookings and information see www.cinedetour.it – FB Cine Detour

>Tickets: entrance to the film festival is limited to Detour members with annual 2017-18 membership (4€); contribution per event: 5 euro films in the competition, 6 euro Miles Ahead, 8 euro films live soundtrack

>Where: Associazione APS Detour – Via urbana 107, Rione Monti, Roma (Metro B Cavour)

FREE LUNCH SOCIETY. Reddito di cittadinanza: utopia o realtà? [I documentari di INTERNAZIONALE]

marzo 11, 2018 in Archivio, mondovisioni, mondovisioni2018, OTRFF2018pw da cinedetour

cineagenzia_logo_2015 internazionale_testata LOGOTONDO_ombra

Cinema Detour, Via Urbana 107 Roma
Domenica 11 marzo 2018 ore 17.30 / Mar 11 Sunday 2018 h7.30pm

in collaborazione con CineAgenzia e  Internazionale

MONDOVISIONI. 
I Documentari di Internazionale a Roma 
 / 
Documentaries by Internazionale – Rome 

 

FREE LUNCH SOCIETY

di Christian Tod. Austria/Germania 2017, 95’. In inglese e tedesco con sottotitoli in italiano

 

Cosa faresti se non dovessi più preoccuparti di guadagnare? Fino a pochi anni fa il reddito di cittadinanza era considerato un’utopia, oggi è diventato oggetto di dibattito politico e scientifico. Globalizzazione, automazione, fine della classe media: si parla sempre delle cause, mai di possibili rimedi.
E se la soluzione fosse distribuire denaro a tutti senza nessun lavoro in cambio? Il film esamina questa ipotesi, presentando opinioni, spiegazioni ed esperimenti in giro per il mondo.

What would you do if your income were taken care of? Just a few years ago, an unconditional basic income was considered a pipe dream. Today, this utopia is more imaginable than ever before – intense discussions are taking place in all political and scientific camps. FREE LUNCH SOCIETY provides background information about this idea and searches for explanations, possibilities and experiences regarding its implementation.

> Prenotazioni online / Seats Reservation

___

DETOUR CINEMA
Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Produzione Distribuzione indipendente
Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it
Tutti i film sono proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano.
Ingresso: tessera annuale 4€ + contributo film 5€