3 REGISTE PALESTINESI: Qamar Shabaroo, Rebeeha Allan, Basma Swaity > Rassegna Sorelle

marzo 19, 2017 in Archivio da cinedetour

Roma Cinema Detour, Via Urbana 107 Roma
Domenica 19 marzo 2017 ore 19.30

Per la rassegna Sorelle del Cine Detour.

***

In collaborazione con Assopace Palestina.

***  

3 REGISTE PALESTINESI

Qamar Shabaroo, Rebeeha Allan, Basma Swaity

Presenta Luisa Morgantini

detour_rassegna_sorelle_corti_registe_palestinesi_web

AssopacePalestina in collaborazione con Detour vi invita ad una serata dedicata al cinema/documentario palestinese con la proiezione di 3 cortometraggi realizzati dalle registe palestinesi esordienti Qamar Shabaroo, Rebeeha Allan, Basma Swaity.

I film hanno come soggetto la storia orale della Palestina, raccontata da quelle donne che hanno vissuto in prima persona la distruzione dei villaggi palestinesi nel 1948, la diaspora e la lunga occupazione militare israeliana. Uno sguardo inedito e originale sulla Palestina e su una generazione di donne: i ricordi, l’attivismo politico e l’impegno sociale, le tradizioni, i canti, i profumi, la lotta e la resistenza.

Un prezioso lavoro di recupero della memoria, realizzato grazie all’impegno della cineasta palestinese Sahera Dirbas, che ha prodotto i tre film, parte di una serie più ampia, sostenendo il lavoro delle filmaker palestinesi. Sahera Dirbas. nata ad Haifa nel 1954 ma residente a Gerusalemme, laureata in ingegneria chimica, ha scelto di dedicare la sua vita al cinema perché “volevo trasmettere la storia profonda, intima, della mia terra e della mia gente”. E’ autrice, tra gli altri, del film La sposa di Gerusalemme e di 138 pound in my pocket

I 3 CORTOMETRAGGI:

La collana di gelsomino

di Qamar Shabaroo – 34 min

Una donna di una famiglia benestante ricorda la vita, le usanze e le tradizioni palestinesi dei tempi anteriori al 1948. Un racconto tra il nostalgico e il rassegnato sui piaceri del bagno turco, sui matrimoni, i parti, i raffinati profumi di collane al gelsomino, e poi quei cerimoniosi ricevimenti tra donne chiamati Istiqbal.

Un secchio d’acqua

di Rebeeha Allan – 28 min

Khadeja ha 96 anni e vive in un campo profughi. Ripercorre tutta la sua vita, sul filo dei ricordi legati alla costante penuria di acqua. Da quando, sposa 15enne, aveva acqua in abbondanza vicino a casa, alle distruzioni e uccisioni nel suo villaggio all’arrivo degli israeliani, alla fuga affannosa fino all’approdo nel campo UNRWA, alle interminabili ma piacevoli file davanti alle fontane, al penoso scavo di latrine e sorgenti all’interno stesso del campo.

Il segreto della donna pastora

di Basma Swaity – 19 min

Una dura vita spesa pascolando le pecore, accudendo alla casa e allevando i figli. Le restrizioni al pascolo causate dal Muro si intrecciano con le terribili vicende personali: accoltella un figlio lattante in un accesso d’ira e di stanchezza, ha un altro figlio imprigionato e poi ucciso dagli israeliani. Ma quest’ultimo figlio muore da eroe, dissetandosi da una bottiglia che la donna conserva e che usa come suo unico strumento per bere.

Una parte del ricavato della serata andrà all’asilo di Al Masara, gestito da tre giovani donne.

PROGRAMMA

ore 19.30 pane olio e zaatar e hummus di benvenuto ai soci

ore 20.00 proiezione. Prima parte
Presenta Luisa Morgantini, Assopace Palestina 

Pausa

A seguire seconda parte delle proiezioni.

La rassegna Sorelle del Cine Detour, per 3 domeniche di marzo, è dedicata alle donne che lottano ogni giorno per i loro diritti e per quelli delle loro sorelle nel mondo, ad ogni costo.

 ***

LOGOTONDO_ombra

Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Video d’arte | Teatro | Produzione Distribuzione Editoria indipendente

Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it

Tutti i film sono proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano.
Ingresso: tessera annuale 4€ + quota partecipativa 5€
E’ consigliata la pre-iscrizione sul nostro sito.

Art-house cinema in Downtown Rome since 1997.
All movies are screened in their original languages with italian or english subtitles