Cinema Detour APS, Via Urbana 107 Roma 
Domenica 4 Dicembre 2022 ore 17:30 / December 4 2022, Sunday h5.30pm
In collaborazione con / in collaboration with Monoduo Films

 

“Un film adulto sui musicisti che lavorano, vivono, muoiono, ridono, suonano…”. Robert Fripp

“…davvero il migliore dei documentari sul rock” VARIETY

“affascinante e profondamente divertente” THE QUIETUS

“Uno dei migliori documentari sul rock che abbia mai visto” NATIONAL REVIEW

 

IN THE COURT OF THE CRIMSON KING

Regia di / directed by Toby Amies
con / starring Bastien Bouillon, Bouli Lanners, Anouk Grinberg, Théo Cholbi, Johann Dionnet
Gb 2022. 114′, v.o. inglese sott. italiano
 

ITA. I King Crimson sono una band in cui le persone muoiono letteralmente dalla voglia di far parte. In the Court of the Crimson King è un film oscuro e comico per chiunque si chieda se valga la pena sacrificare tutto per un solo momento di trascendenza. Per oltre 50 anni Robert Fripp, famoso anche per il suo lavoro con David Bowie e Brian Eno, ha supervisionato un ambiente creativo unico in cui libertà e responsabilità cospirano per porre richieste straordinarie ai membri della band, solo alleviate dall’applauso di un pubblico la cui l’adorazione minaccia di rendere le loro vite ancora più difficili. È uno spazio gratificante e pericoloso in cui lo straordinario è possibile, nulla è certo e non tutti sopravvivono intatti.  “In the Court of the Crimson King” non è solo un documentario su un gruppo che è stato creativamente attivo per tanti anni, ma è anche un film sulla musica, sul perché è importante e sui dolorosi sacrifici che gli artisti devono fare per creare opere che cambiano la vita delle persone.

ENG. King Crimson is a band that people literally are dying to be in. In the Court of the Crimson King is a dark, comic film for anyone who wonders whether it is worth sacrificing everything for just a single moment of transcendence. For over 50 years Robert Fripp, also famous for his work with David Bowie and Brian Eno, has overseen a unique creative environment in which freedom and responsibility conspire to place extraordinary demands on the band’s members — only alleviated by the applause of an audience whose adoration threatens to make their lives even harder. It’s a rewarding and perilous space in which the extraordinary is possible, nothing is certain, and not everyone survives intact.
What began as a straightforward documentary about the cult rock band King Crimson as it turned 50, mutated into an exploration of time, death, family, and the transcendent power of music to change lives. But with jokes.


LOGOTONDO_ombra DETOUR
Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | Cine Kids| Bar & Caffetteria | Musica | Distribuzione indipendente
 

Tutte le informazioni sul sito www.cinedetour.it sono da intendersi rivolte esclusivamente ai soci Detour.  
Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.it– cinedetour@tiscali.it
Detour è affiliato all’ASSO.N.A.M. e alla FICC (Federazione Italiana Circoli Cinema)

Sostienici / Support Us
Seguici su / Follow us on: