Workshop Filmaking | Appunti di un filmaker

February 6, 2014 in lab archivio by cinedetour

Cineclub Detour | 15 e 16 Marzo 2014

Il GiganteCinema e Detour

presentano

workshop creativo

APPUNTI DI UN FILMAKER. Un angolo, un mondo.

workshop_ilgigante

Siedo a un angolo di strada. Vedo passare una coppia con un bambino e una valigia.  Un barbone allunga una mano, pretende delle monete che non ho. Si allontana con sguardo arrabbiato. Alzo lo sguardo fino al terzo piano del palazzo di fronte. Una ragazza mi guarda prima di scomparire dietro ad una tenda verde. Uno scooter taglia forte la strada e mi porta vento. Un foglio di carta piegato, come un aeroplanino, giunge ai miei piedi. Ne ha fatta di strada. E’ un messaggio per me dalla ragazza della finestra?

IL WORKSHOP proposto da Il Gigante in collaborazione con Detour, si propone un breve ma intenso viaggio nel fare immagini attraverso un percorso condotto dal regista Massimo D’orzi e dalla montatrice Paola Traverso, con il supporto organizzativo di Patricia Calvo Garrido, esperta in promozione e distribuzione cinematografica.

workshop_filmaking

Il documentario cinematografico o di creazione è quello strumento che permette al filmaker di estrarre dalla realtà blocchi di immagini la cui composizione e rielaborazione renderanno viva ed originale la sua opera. I brevi appunti che introducono la presentazione di questo workshop danno l’idea di cosa significhi estrarre immagini dalla realtà restando in bilico fra l’oggettività dello sguardo e della ripresa e il senso di ciò che si vuole esprimere. E’ esso un cinema nomade nel senso di creare con pochi elementi un linguaggio che parli, che comunichi un’idea, una visione, un sentimento, un’emozione libera da idee preordinate.

Ogni opera d’arte è il viaggio di un’idea, dal suo sorgere alla sua compiuta rappresentazione. Proveremo in due intense giornate di workshop a percorrere questo viaggio, dotandoci di strumenti teorici e pratici, giungendo in breve tempo e sinteticamente a materializzare le tappe essenziali di un breve documento visivo dall’ideazione al montaggio finale.

Il primo giorno, dopo una breve introduzione al linguaggio cinematografico, sarà dedicato alla visione di estratti di opere del cinema documentario di grandi autori e ad alcuni lavori del regista,  concentrandosi sul percorso ideativo, creativo e produttivo oltre al lavoro propedeutico alla messa in scena. Per entrare più vivamente e concretamente nell’elaborazione di un progetto cinematografico il regista lavorerà insieme ai partecipanti del workshop su alcuni suoi lavori in fase di realizzazione. Alla fine della mattinata si comincerà a lavorare su un’idea per un breve filmato che sarà realizzato dai partecipanti al corso il giorno seguente.

La mattina del secondo giorno i partecipanti insieme al docente scenderanno nelle strade per effettuare le riprese del plot elaborato il primo giorno, mentre il pomeriggio sarà dedicato al montaggio. Nella prima parte si accennerà ad aspetti più teorici e alle varie fasi di lavoro (il montaggio, il lavoro sul suono, cenni di postproduzione). Nella seconda parte il gruppo prenderà visione del materiale girato e inizierà il lavoro di montaggio vero e proprio. A chiusura del workshop si prevede di montare un breve trailer, con la partecipazione e l’apporto delle idee di tutti i partecipanti, sotto la “guida” della montatrice Paola Traverso.

Il lavoro verrà  presentato all’interno della programmazione primaverile del Detour.


Programma dettagliato:

Sabato 15 Marzo, ore 9-20 / Domenica 16 Marzo, ore 9-20 (totale 20 ore)

  • Primo giorno

1° e 2° ora. Breve introduzione al linguaggio cinematografico e documentaristico attraverso la visione di estratti di film realizzati dal regista e di alcuni suoi progetti in corso di lavorazione
3° ora. Dall’idea all’immagine
Coffee break offerto dal Detour
4° ora.  Verifica dell’idea e struttura del soggetto
5 e 6° ora. Presentare un progetto. Girare un documentario low budget 
7° ora. Scaletta
8° ora. Appunti di produzione. I collaboratori: Producer, Operatore, Montatore
9° e 10° ora. Introduzione e modalità delle riprese. Il piano di lavorazione – I sopralluoghi

  • Secondo giorno

Mattino: Riprese
Coffee break offerto dal Detour
Pomeriggio: Riversamento, montaggio e post produzione. Brevi cenni all’aspetto teorico e pratico. Montaggio di un trailer realizzato con i partecipanti.


Costi

  • Prezzo pieno: 180€ + Tessera Detour-ARCI (8€)
  • Prezzo scontato: 150€ + Tessera Detour-ARCI (8€) applicabile a: studenti iscritti all’Università, disoccupati, preiscritti durante la presentazione.
  • Special price: 120€ + Tessera Detour-Arci (8€) per gli studenti che non hanno superato il diciottesimo anno di età.

Il workshop si svolgerà il 15/16 marzo 2014.
Il workshop è a numero chiuso. Le quote d’iscrizione saranno restituite solo nel caso in cui i corsi non vengano attivati per il non raggiungimento del numero minimo di iscritti o per forza maggiore.
Qualora il corso non raggiungesse il numero minimo per essere attivato, al partecipante si proporrà:
– aumento della quota di partecipazione al corso, in maniera proporzionale, ripartendo fra i partecipanti le quote mancanti;
– posticipazione in accordo con i partecipanti
– chiusura del corso e restituzione del contributo spese.

Informazioni e iscrizioni:: cinedetour@tiscali.it

I docenti

massimo_d_orzi

Massimo D’orzi > Autore di documentari e lungometraggi narrativi esordisce con cortometraggi che ricevono un’ampia attenzione nazionale e internazionale fra cui La mano rossa e La rosa più bella del nostro giardino  (premio Art Direction al Festival di Strasburgo – Menzione Speciale al festival di Granada). Nel 2002 realizza il film intervista a Marco Bellocchio dal titolo L’immagine della ribellione.Nel 2004 gira il suo primo lungometraggio Adisa o la storia dei mille anni film documentario ambientato fra le comunità zingare della Bosnia Erzegovina presentato in numerosi festival e distribuito in molti paesi del mondo. Nel Marzo 2012 è  uscito in libreria il libro+ dvd a cura di Infinito Edizioni.Nel 2009 realizza Sàmara il suo primo lungometraggio di finzione, da lui scritto e diretto interpretato da Filippo Trojano, Federica Pulvirenti con la partecipazione straordinaria di Marco Baliani  uscito nelle sale italiane nel Marzo 2012. Del 2010 è il documentario Ombre di luce ambientato all’interno dell’Università La Sapienza di Roma  uscito al cinema il 28 Marzo 2011. Sempre nello stesso anno realizza Ribelli! una co-regia con Paola Traverso uscito in libreria nel mese di Novembre per Infinito Edizioni e in sala distribuito da Il Gigante Cinema. Attualmente è impegnato nello sviluppo del film documentario Bosnia Express tratto dal libro omonimo di Luca Leone; nella coproduzione internazionale (Italia-Brasile-Francia) del film-documentario sulla vita e l’opera di uno dei più grandi musicisti della musica popolare brasiliana, Guinga e alla realizzazione del suo nuovo film L’inganno da lui scritto. Dal 2009 è socio dell’Associazione 100Autori.

paola_traverso-

Paola Traverso > Film editor, drammaturg, docente di drammaturgia nel laboratorio LFT di filosofia e teatro condotto con Angela Antonini e il prof. Paolo Quintili docente di Storia della Filosofia e responsabile del laboratorio, presso l’Università Tor Vergata di Roma. Tra i film e i documentari di cui ha firmato il montaggio: Sàmara, Ribelli, Ombre di luce e Adisa o la storia dei mille anni di Massimo D’orzi, The talking tree e La voce di Rosa di Nello Correale. Realizza anche il montaggio di numerosi corti, lavori di video arte, video istituzionali, promozionali, musicali e teatrali. Nel 2010 tiene una Open class all’interno dell’evento Infinite space-time – ideato e organizzato con A. Antonini e M. D’orzi –  dal titolo Scrivere con le immagini, scrivere per la scena, attraversando domande e riflessioni sul montaggio nel cinema e la scrittura scenica in teatro, per proporre possibili punti di contatto. Nell’ambito del montaggio ha avuto esperienze di didattica collaborando nel 2010 e 2011, ai laboratori di alfabetizzazione audiovisiva diretti dal regista Nello Correale e svolti in Sicilia all’interno dei progetti La voce di Rosa e SiciliAnima (in collaborazione con Regione Sicilia e Cine Sicilia). I laboratori si sono conclusi con dei corti realizzati dai partecipanti e ciascuno ha ricevuto un regolare attestato di partecipazione. Nel 2005 ha scritto il saggio Scrivere con le immagini. Spunti di riflessione sul lavoro di montaggio del film Adisa o la storia dei mille anni, Infinito edizioni, 2012. Nel 2007 ha realizzato una video-intervista al regista Paolo Franchi La ricerca sulle immagini nel cinema all’interno del Convegno: Notte dei ricercatori – Di che genere è la ricerca? Considerazioni sul metodo promosso dall’Università degli Studi di Foggia, Comitato Pari Opportunità.

 

 


Cineclub Detour è affiliato all’ARCI e alla FICC / Cineclub Detour is affiliated to ARCI and FICC
seguici su /Follow us on:

  

Detour Via Urbana 107 Roma
www.cinedetour.it  cinedetour@tiscali.it