UNUSUAL VISIONS. Incontro con il fotoreporter Emiliano Pinnizzotto

maggio 26, 2019 in Archivio da cinedetour

Cinema Detour, Via Urbana 107 Roma
Domenica 26 maggio 2019 ore 18.30 / May 26 2019, Sunday 6.30pm

UNUSUAL VISIONS Incontro con il pluripremiato fotoreporter Emiliano Pinnizzotto.
Modera Cristina Nisticò, storica dell’arte. Ingresso gratuito con tessera 2019.

In occasione dell’uscita del suo libro fotografico Unusual Visions, l’incontro con il fotoreporter Emiliano Pinnizzotto sarà un’opportunità per conoscere il lavoro documentaristico dell’autore attraverso i racconti e le immagini di quattro suoi diversi reportage che rivelano un’India insolita.

I reportage presentati, alcuni dei quali premiati a livello internazionale, sono una testimonianza fotografica di realtà molto particolari e semi sconosciute al grande pubblico, ma ancora presenti nel subcontinente indiano.

Head Hunters, i Tagliatori di Teste del Nagaland, un temibile manipolo di guerrieri che ha sviluppato nei secoli il taglio rituale della testa del nemico ucciso in battaglia. Con le loro collane di bronzo, che raffigurano il numero di teste conquistate, e con i loro tatuaggi rituali, sono gli ultimi testimoni di una cultura che nei prossimi 10 anni probabilmente è destinata a scomparire.

L’antica lotta tradizionale indiana, il Malla Yuddha, caratterizzata da prese, leve e atterramenti tipici del combattimento corpo a corpo, praticata nel sacro ring di argilla “Akhara”; una lotta retaggio della classe guerriera indiana degli “Kshatrya”.

Holy Naked, la nudità dei Naga Baba, i santi uomini rinuncianti dell’India, vestiti solo di cenere, che scendono dalle vette himalayane solo per le sacre festività indù, come l’imponente Kumbh Mela. Il reportage mette a confronto questa “santa nudità” con la chiusura, in termini di corpo e sessualità, ancora molto presente nella società indiana.

Opium, la piaga dell’oppio nei villaggi di confine tra India e Birmania, dove in queste zone remote, dimenticate da entrambi i governi, senza controllo e prevenzione, un terzo degli uomini è divenuto schiavo dell’oppio. 

Incontri forti, difficili, pericolosi persino. C’è da chiedersi quanto lavoro abbia richiesto entrare in sintonia e comunicazione con queste persone, nei loro luoghi, fargli accettare il tuo sguardo, le tue domande, la tua curiosità, e infine la macchina fotografica.

Molti viaggi, molto studio, molto amore dietro Unusual Visions.

BiografiaNato a Roma nel 1983. All’età di sedici anni indirizza la sua passione fotografica verso il Reportage Sociale. Gradualmente trova così un proprio stile e linguaggio, caratterizzato soprattutto dal racconto fotografico e dal ritratto in chiave sociale, utilizzando esclusivamente la luce ambiente a disposizione, anche nelle situazioni più difficili. 

Nei suoi lavori cura in maniera particolare l’aspetto antropologico e spirituale dei differenti popoli e culture – storie e personaggi incontrati nei viaggi – documentando e traducendo in immagini le tradizioni, i rituali, gli usi e i costumi che ancora conservano. Parallelamente ha sviluppato una grande passione per la fotografia di architettura.

Ha pubblicato le sue immagini in diversi libri fotografici editi dalla Casa Editrice Graffiti (“Roma – tra luci e ombre”, 2018; “Luce come Narrazione”, 2017; “Forma Volume Superficie Colore”, 2016; “Gioventù Negata”, 2009; “Effetti Collaterali”, 2009; “Children of the Holy Land”, 2006) ed esposto numerose mostre in Italia (Roma, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Lucca, Empoli, ecc.) e all’estero (Lima, Betlemme, Buenos Aires, Kyev, San Marino, Londra, Portland-USA, Sintra, Parigi, Sharjah – Dubai). Le sue foto sono state acquisite dal Museo di Arte Orientale di Roma, esposte presso La Feltrinelli di Napoli, Genova e Roma. Ha partecipato al Festival Internazionale dei Diritti Umani a Todi (2017) e Orvieto (2018), all’ Xposure International Photography Festival a Sharjah (Dubai). Tra le più importanti esposizioni la mostra “Unusual Visions” presso il Museo delle Civiltà di Roma “L. Pigorini” e  “Perù – tan Lejos, tan Cerca” a Lima in Perù.   Ha vinto diversi premi e riconoscimenti internazionali.

Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it
Ingresso con tessera annuale 5 euro. Pre-tesseramento QUI. Prenotazioni QUI.
Detour è affiliato all’ASSO.N.A.M. e alla FICC (Federazione Italiana Circoli Cinema)

Admission: annual membership 5 euros. Membership Request HERE. Seats Reservation HERE.
Detour is affiliated FICC (Federazione Italiana Circoli Cinema) and ASSO.N.A.M.

 

LOGOTONDO_ombra DETOUR
Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Distribuzione indipendente

Sostienici / Support Us
Seguici su / Follow us on: