ROBERT DOISNEAU. La lente delle meraviglie. Di Clementine Deroudille

settembre 23, 2017 in Archivio da cinedetour

Roma Cinema Detour, Via Urbana 107 Roma
sabato 23 settembre 2017 ore 18.15

In collaborazione con Wanted Cinema distribuzione
ROBERT DOISNEAU – La lente delle meraviglie

Robert Doisneau, le révolté du merveilleux

di Clementine Deroudille, Francia 2016, 78′ (v.o. francese, sott italiano)

Con Annette Doisneau, Daniel Pennac, François Morel, Sabine Azéma, Jean-Claude Carrière, Annick Geille, Quentin Bajac, Monah L. Gettner, Yoshitomo Kajikawa, Masako Sato, Toshiyuki Horie, Francine Deroudille, Sabine Weiss, Philippe Delerm.

Grazie a un ricco archivio di immagini inedite, interviste ai suoi amici “complici” tra cui Daniel Pennac, e rarissimi video di repertorio, Robert Doisneau – La lente delle meraviglie è lo straordinario ritratto di uno dei più grandi fotografi del XX secolo, noto per capolavori immortali come “Il bacio” e per un approccio profondamente umanista verso l’Arte. Il film racconta la sua vita da giovane ragazzo delle periferie fino a diventare una superstar della fotografia, mostrando tutta la sua determinazione a divenire il più grande “ritrattista della felicità umana”. Tra le sue opere più conosciute il Bacio davanti all’hotel De Ville, la foto, scattata nel 1950, di una coppia di ragazzi che si baciano lungo le caotiche vie di Parigi.

La regista Clémentine Deroudille è una giornalista francese, autrice e curatrice che ha lavorato per France culture. IL film racconta la storia di suo nonno: Robert Doisneau.

—————————————

FRA. Au fil de photographies inédites, d’archives vidéo ainsi que d’entretiens avec ses complices de toujours, ROBERT DOISNEAU, LE RÉVOLTÉ DU MERVEILLEUX raconte comment cet enfant des faubourgs est devenu l’un des plus célèbres photographes du monde.

De Paris à New York en passant par Tokyo, le documentaire, cadencé par les dessins d’Emmanuel Guibert, donne la parole à ses filles, Annette Doisneau et Francine Deroudille, à quelques-uns de ses amis — la photographe Sabine Weiss, les écrivains Jean-Claude Carrière et Daniel Pennac, la comédienne Sabine Azéma — et à des personnalités ayant écrit sur ses images, de Philippe Delerm à François Morel.


Réalisé par sa petite-fille, Clémentine Deroudille, le film dresse le portrait intime de l’homme et de l’artiste, d’un Doisneau inattendu, farouchement déterminé à être un pourvoyeur de bonheur. 

 

LOGOTONDO_ombra DETOUR
Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Distribuzione indipendente

Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it
Detour è affiliato all’ENAL e alla FICC (Federazione Italiana Circoli Cinema)

Sostienici / Support Us
Seguici su / Follow us on:

 

LIBERATION DAY. A North Korean Rock Tour

settembre 23, 2017 in OTRFF2017pw, Archivio da cinedetour

On The Road Film Festival Preview 2017

Detour Cinema, Via Urbana 107 Roma
sabato 23 settembre 2017 ore 21.00 / v.o. inglese, coreano / sottotitolato in italiano  
In collaborazione con Wanted Cinema distribuzione

Tutta l’arte è propaganda (George Orwell)… e tutta la propaganda è arte (Laibach)

LIBERATION DAY

Il documentario musicale sui Laibach, l’unica band rock dell’ex-Jugoslavia ad essersi esibita in Corea del Nord 

di Ugis Olte e Morten Traavik

(Norvegia/Lettonia 2016, inglese/coreano o.v., sott. italiano)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un rockumentary impossibile è stato realizzato.

Sotto la guida di un ex-fan nel ruolo di direttore artistico e ambasciatore culturale, I Laibach, seminale band di rock alternativo slovena, volano in Corea del Nord con il progetto di esibirsi in uno dei più prestigiosi teatri di Pyongyang.

Mettendo a confronto le strette differenze ideologiche e culturali, la band lotta per passare la censura prima che le proprie canzoni vengano scatenate su un pubblico che non è mai stato esposto al rock alternativo.

Nel frattempo si stanno preparando gli altoparlanti della propaganda al confine tra le due Coree e il countdown per la guerra viene annunciato…

I LAIBACH. A 36 anni dalla loro genesi nella città industriale di Trbovlje (Jugoslavia), i Laibach sono ancora oggi la band internazionale più acclamata ad essere uscita dai paesi ex comunisti dell’Europa centrorientale. Nati nel 1980, l’anno della morte del fondatore Tito e difficile periodo per la Jugoslavia, i Laibach si oppongono a qualunque etichetta fosse rock, pop, techno. Amano autodefinirsi ingegneri dell’animo umano: sono infatti capaci di far pensare, ballare e marciare con la stessa musica.

www.laibach.org

LOGOTONDO_ombra DETOUR
Cinema | Corsi e laboratori | Esposizioni | attività per bambini | Cinebar | Musica | Distribuzione indipendente

Associazione Culturale Detour – Via Urbana 107 Roma www.cinedetour.itcinedetour@tiscali.it
Detour è affiliato all’ENAL e alla FICC (Federazione Italiana Circoli Cinema)

Sostienici / Support Us
Seguici su / Follow us on: