Il Detour deve assolutamente continuare ad esistere. Parlo come autore ma soprattutto come spettatore

Pietro Reggiani, regista

_______

Il Cineclub Detour non dovrebbe chiudere!

Fabio Nulli Migliola

_______

Sarei veramente dispiaciuta anche solo dello spostamento, Mi auguro di cuore che riusciate a resistere --

Fosca Gallesio professione sceneggiatrice (ahhaha....)

_______

Vivo nel rione Monti da più di dieci anni e per pigrizia o sordità culturale non ho mai avuto il piacere di conoscere la vostra realtà. Poi ho saputo attraverso la bottega, ho letto il vostro comunicato e ho subito sentito una profonda vicinanza e apprezzamento per il vostro progetto, unita a una grande voglia di sostenerlo in tutti i modi. Mi terrò costantemente informato e se utile contate su eventuali azioni concrete di sostegno. un abbraccio solidale

Pietro Scalisi

_______

cari amici del Detour, vi scrivo a titolo personale ma penso di rappresentare la gran parte della nostra cooperativa. Esprimo il mio sostegno a questa bella realtà con cui in passato abbiamo anche collaborato proficuamente. un saluto e buona fortuna,

Gianpiero Chinigò coop. soc. Pangea-Niente Troppo

_______

Non chiudete vi prego!!!! Bella........

Lorenzo.

_______

La mia adesione

Omar Gonzalez Pena Dirigente di azienda - Via Baccina - Roma

_______

Vorrei aiutare e sostenere il vostro circolo. Non so in che modo.....ma vi esprimo tutta la mia solidarieta'.

Palma Moreschini

_______

RESISTETE PERCHE' ESISTETE! un abbraccio da milano,

Fabio Panetta precario

_______

Buongiorno, sostengo la vostra iniziativa.

Nora Gagliardi formatore cordiali saluti

_______

beh io è da un pò che non frequento la vostra sala.. per vari motivi..ma non posso che essere dispiaciuto per questa situazione.. nei primi due anni in cui sono arrivato a roma il detour era meta fissa almeno una volta alla settimana per me . con la mia bottiglia di vino di olevano secco comperata alla canitna sotto casa a giulio agricola..e poi tornavo col 55n a casa ho visto tanti bei film.. la programmazione del 2003-2004 mi piaceva molto.. ho visto anche tanti film vecchi che non avevo visto ..tipo quelli di petri..oppure citti.. il minestrone, bellissimo.. fino a cannibal holocaust con deodato presente in saletta ancora a discoplarsi dopo anni di mitizzazione del film.. con quella bestia di barbareschi che spara al maialino eheh e come dimenticare la serata porno anni 70..gola profonda e maraschino cherry..con due tizi in prima fila che facevano un pò di cose zozze.. tqnti film belli e anche qualcuno brutto .. come quel pretenzioso film sul ragazzo che rapisce berlusconi..due palle infinite.. una delle poche volte che sono uscito prima della fine di un film pienamente convinto di non usufruire dei soldi del biglietto.. insomma è un luogo che merita di essere preservato..come il pisello con il preservativo..oppure di essere aiutato.come il pisello quando è un pò giu..
io dico che il detour è bravo e io gli voglio bene. quindi scusate non c'ho una lira..tantomeno euri per cui non preno in considerazione il conto corrente.. però spero di vedervi belli e rigogliosi semprel' in via urbana ..o suburra? boh.. insomma a monti.. dai detour...che sei una brava persona!

sardone

_______

Nei miei anni passati a Roma il Detour è stato uno strumento prezioso sia per la definitiva scelta di lavorare nel cinema, sia a livello culturale un mezzo e un posto dove parlare, confrontarsi e assistere a proiezioni ed incontri diffcilmente realizzabili altrove. Ancora oggi a quasi 10 anni da quel periodo il detour è un riferimento basilare nella mia formazione e nei miei ricordi

Alessandro Capanni - Grosseto - Aiuto Regista e Montatore Televisivo

_______

Vi sosteniamo in questa vostra leggittima lotta per non scomparire. Per quello che è in nostro potere, abbiamo rigirato la vostra mail a tutti i nostri soci e contatti con le altre associazioni.

LO STATO DELLE COSE

_______

Sono Anna Rita Del Piano, attrice e sostengo favorevolmente il centro Detour. Posso divulgare e mi sento particolarmente vicina perchè vedo continuamente teatri e centri che stanno chidendo! Dov'è la cultura? Dove la diffusione e la sensibilizzazione? I nostri giovani non possono conoscere soltanto videogames e quantal'altro.... Aiutiamo tutti coloro fanno cultura! Io ci sono

Anna Rita Del Piano

_______

Mi associo al sostegno per il Cineclub Detour in quanto realtà attenta alle nuove proposte indipendenti, nonché ad un certo cinema, raffinato ed alternativo, che raramente trova posto nelle sale italiane.

Ivan Cenzi, 30 anni, filmmaker (Interzone Visions Srl)

_______

Un grosso in bocca al lupo! Spero vivamente riusciate a preservare questo luogo di incotro per i cine-amatori di ogni età. La cosa più assurda è che chiude un posto che fa cultura , quando di club di questo tipo a Roma si sente la quasi assoluta mancanza. Non mollate ragazzi, abbiamo bisogno del Detour!

Patrizio Ragazzini Studente

_______

sono stato solo un paio di volte al Detour...però mi arriva la vostra programmazione che è sempre bella ed interessante, se tutti i cinema fossero cosi....spero che risolviate i vostri problemi e che il Detour resti a via Urbana!

Andrea Dell'Olio - disegnatore

_______

Il cinema Detour è stato una bellissima scoperta quando nel 2006 ho ripreso contatto fisicamente con la città di Roma. Diventando socio del Detour è stato l'ingresso cordiale che aspettavo della vita culturale romana, un legame sottile ma molto gradevole. Mi è piaciuto subito il suo lato rock affermato. Dove avrei potuto vedere i primissimi film di giovinezza di Cronnenberg, tanti indispensabili per capire la sua opera in generale? Un cinema che propone una programmazione critica è un gioiello in una regione. Spero che il passaggio del Detour in nuovi luoghi sarà appoggiato perspicacemente dal Municipio, dal Comune, dalla Provincia e dalla Regione.

Robert Grassi, Ginevra - Svizzera, musicista italo-svizzero -Roma

_______

Mi chiamo Novella Giuffrè. Sono venuta una volta sola al vostro cinema audio-descritto e l'ho trovato molto interessante, perciò vorrei proprio tornarci.
Mi sono laureata 3 anni fa e ora sono in cerca di lavoro, comunque nel frattempo sostengo caldamente il vostro cinema e spero di tornarci presto.
arrivederci

Novella

_______

Salve , mi chiamo Antonio Faella , frequento il corso di sceneggiatura B.
Lavoro in un negozio di computer. Vi posso aiutare anche nella manovalanza della ristrutturazione a gratisse il week end . A presto

Antonio !

_______

Purtroppo non vivo più a Roma, ma non posso fingermi indifferente a una simile notizia. L'idea del cinema detour è l'idea che io ho del cinema. vedere un film, parlarne, sapere che la selezione fatta non è una censura, sapere che i film proposti sono scelti con l'ottica di chi ama il cinema, è quanto di più posso aspettarmi. E il fatto che pone la sua attenzione verso i disabili e in pieno centro per giunta, dimostra l'impegno che ci mettono le persone che lo mandano avanti e che personalmente non conosco. A me, mandare una email non è costato niente, e vivendo praticamente all'estero potrei ignorare la cosa dicendo tra me e me "e chi se ne frega". Ma so che lo sdegno che io dimostro con questa email per la chiusura del detour svela il reale impegno di persone che credono in quello che fanno. E loro non si accontentano di mandare una email, ma so già che andranno oltre. In bocca al lupo di cuore.

Patrizio

_______

mi sono associata al circolo pur passando da Roma solo occasionalmente, per
lavoro. Ho apprezzato la programmazione e le iniziative, intelligenti e
insolite nel panorama delle proposte culturali e cinematrografiche attuali.
Tramite le newsletter, anche a distanza, ho potuto condividere la vivacità e
la freschezza delle idee, i riferimenti e le citazioni mai retoriche. Ne ho
tratto spesso momenti di riflessione personale
Spero di poter continuare a
contare su questi amici cinefili romani.

Mariagrazia Maldera - Rimini

_______

Marina Minicuci giornalista -Roma

_______

Roberta Ariccia, Roma
studentessa.

_______

sono Girolamo Agnello, medico e autore, vivo a Roma e ringrazio il cinema Detour per le iniziative e lo spirito con le quali sono state condotte. Chiudere un'iniziativa come questa è aggiungere alla povertà un ulteriore grigiore. E' proprio quando c'è povertà economica che l'individuo cerca aria nell'arte e nella bellezza. Non permettetelo

girolamo agnello

_______

Io sottoscritta, Presidente dell'associazione La Gabbianella per la difesa delle persone disabili e delle loro famiglie nel Primo Municipio di Roma, invito tutte le istituzioni a sostenere questo meraviglioso Detour che tanto ha fatto non solo per il cinema, ma anche per l'integrazione delle persone disabili, permettendo loro di accedere, di divertirsi, di creare. Il Detour non deve chiudere, è unico nel suo genere.

Françoise-Mare Babinet-Rizzi

_______

Caro Detour, sono un'attrice ed ho frequentato più volte il vostro spazio, trovandoci ogni volta ottima qualità di programmazione che ha arricchito, oltre il mio tempo, anche la mia cultura. Mi dispiace moltissimo delle difficoltà che state attraversando, spero riusciate a ricevere l'aiuto necessario e direi anche dovuto dalle istituzioni.

Mirella Martinelli
Roma, 24, 11, 1972.

_______

Mi chiamo Luca Marchioni, sono un musicoterapista
vivo a via dei Campani 69, 00185 roma
e credo che sia necessario poter contare ancora sulle iniziative del cinema
Detour.
Grazie

Luca

_______

Io amo il Detour, per la sua vasta programmazione, per la sua atmosfera intima, per la sua accessibilità, perchè mi ha dato modo di crescere e scoprire realtà e mondi cinematografici sempre nuovi. Per questo e per tanto altro ancora voglio che il Detour esista e resista!
NON CHIUDETE LA CULTURA!!!!!!!!

Federica Alberino - Roma
professione: amministrazione in una Associazione di Promozione Sociale
studente universitaria part-time

_______

Gia’ informato del vostro eventuale trasferimento… in bocca al lupo
Andrea Giuliano
Art Director DRMdesign

_______

pieno sostegno al cinema detour affinchè possa continuare a vivere per il bene di tutti noi!

giacomo faenza, regista

_______

Ciao. Spero che questo cinema continua la sua attività. Non c'è solo quello che il cinema dispone, ci siamo anche noi che vogliamo disporre del cinema. Ciao.

Simone Dominijanni - Roma - Insegnante

_______

Ciao, Sono anni che non riesco a fare un salto (lavoro a Bologna da un po') ma ho dei bellissimi ricordi delle vostre proiezioni e penso veramente che il vostro sia un bellissimo progetto degno di essere difeso. Spero che questa mail possa aggiungersi a migliaia di altre e di avere vostre buone nuove quanto prima.

Gabriele Rosati nato a Roma il 14/07/1977 Impiegato

_______

noi del cinecircolo "Mauro Ganeri" di Paola (CS) esprimiamo vero rammarico per il rischo di chiusura del cinecircolo Detour di Roma che svolge da tanti anni un'opera altamente meritoria non soltanto dal punto di vista culturale ma soprattutto sociale. In un momento in cui i nuovi barbari stanno consolidando la loro conquista non possiamo assistere silenziosi alla caduta di significativi presidi. Un appello alle autorità locali perchè non restino sorde alle esigenze della società.

Renato Busatti pres. del circolo "M.Ganeri" di Paola

_______

E' solo 1 anno che sono a Roma e il Detour rappresenta un luogo importante, non solo in quanto cinema indipendente, ma anche in quanto luogo di scambio e incontro con persone indipendenti e libere. Sono realtà come queste che vanno preservate ed arricchite.

Angela Processione Assistente gallerista

_______

siamo solidali

cinecircolo "M.Ganeri di Paola (CS)

_______

anche noi sosteniamo la causa del Detour... troppo importante per farne a meno!!

viviana de giorgi - ricercatore
michele giammatteo - ricercatore

_______

Cari amici, la notizia di una vostra possibile chiusura ci dà molta tristezza. Sempre più queste attività interessanti e diverse che rendevano il centro storico di roma così attraente e caratteristico vanno spegnendosi per essere sostituite da negozi di bassa qualità, da banche, da onnipresenti aricoli di elettronica. Pian piano la città sta cambiando (e certo non in meglio), con un continuo degrado e abbassamento di qualità. Cerchiamo tutti di fre il possibile per impedirlo, grazie a voi per la vostra bella attività.

Fiamma Dinelli Architetto, con studio in Roma

_______

un centro culturale non dovrebbe finire mai..

Terry Olivi
insegnante

_______

Il Detour rischia di chiudere!?! spero di no, se non fosse altro per la vostra professionalita'. sono stato nelle vs sale parecchie volte fino al 2000 prima di andare a viveraeall'estero e da allora leggere la vs newsletter mi ha sempre riportato con il pensiero a roma...a via urbana! resistete!!!

Riccardo

_______

Salve, anche se non sono proprio un assiduo frequentatore, sono però un appassionato di cinema e secondo me la vostra realtà merita di continuare a vivere.
Come potete vedete, di mestiere faccio l’avvocato e se volete (nel senso se non avete già qualcun altro che segue la vostra pratica di sfratto) mi rendo disponibile a seguirla io. E’ evidente, altrimenti non mi sarei proposto, che sono disposto a seguirvi gratuitamente.
Con i migliori saluti e....in bocca al lupo.

Avv. Fabio Canestrelli

_______

Cari amici del Detour, sono almeno quattro anni che ci sfioriamo, e a forza di farlo siamo diventati un po' più vecchi... e, ça va sans dire, più amici. Ho iniziato a frequentare via Urbana quando mi sono iscritto ad uno dei corsi della scuola di cinema Sentieri Selvaggi quattro anni fa, e ancora non ho smesso di farlo anche se ho cambiato versante, e ciò che mi è stato insegnato cerco a mia volta di insegnarlo ai nuovi allievi. In questi anni ho sempre pensato che convivere con un cineclub come il Detour desse profondità e tono agli sforzi che facciamo per avvicinare le persone all'arte delle ombre in movimento. Fare cinema in un cinema è come essere sorci nel formaggio, tarme nella lana, banchieri in Svizzera o Lussemburgo (dipende dai tassi). E' anche sapere che forse qualcosa di ciò che noi proviamo a seminare, voi lo raccoglierete. Per questo, cari amici, evitate più che potete di chiudere la serranda per l'ultima volta. Sarebbe un'ombra per tutti, e noi amiamo il sole. Continuiamo a sfiorarci, un abbraccio,

Bruno Fruttini
Tutor di montaggio della scuola di Cinema 'Sentieri Selvaggi' e videomaker

_______

ciao sono emanuela siciliani e ho assistito ad alcune proiezioni presso il vostro storico locale. Mi spiace pensare che dovrete spostarvi ma vi auguro di potercela fare e continuare il lavoro di anni. ad avere speranza.

In bocc al lupo
Emanuela Siciliani - Roma

_______

Il Cineclub Ariano Polesine, vi e' vicino ed orgoglioso di sostenervi in ogni circostanza. Distinti saluti

Cineclub Ariano Polesine

_______

Anche se sono venuto poche volte, è sempre bello con la mente sapere che esistono posti dove è possibile vedere, vivere e gustare spicchi "fuori schema" dal panorama culturale proposto. La cultura è a 360 gradi, devono esistere e bisogna sostenere quegli angoli cui il sistema "di cassetta" (che è altresi giusto che esista) non è interessato. Viva il Detour, lunga vita al Detour

EDO TAGLIAVINI

_______

Condividendo da anni l'inziativa del cinema Detour volentieri
mi associo per sostenere la prosecuzione di una iniziativa culturale da
difendere.

D.ssa Silvana Salerno
Medico. Ricercatrice ENEA

_______

Ancora una volta quando c'è qualcosa di interessante culturalmente che esce dai canoni tradizionali di distribuzione mirata solo al Dio denaro arriva il momento di chiudere...ora basta!!! Chiudere un cinema che riesce a proporre una programmazione alternativa ai grandi blockbuster od ai film panettoni significa sviluppare i propri orizzonti in una biblioteca che detiene tre testi...e poi ci lamentiamo del nostro piccolo mondo mentale-culturale...

Sara Paoletti studentessa master secondo livello - Firenze

_______

Ciao a tutti
vivo a Milano e faccio l'avvocato.
Ho scoperto il Detour anni fa quando frequentavo un master a Roma e ho avuto modo di vedere cose eccezionali (il primo film che ho visto è stato Battle Royale!)
Di posti così a Milano non ce nè (a parte lo spazio Oberdan e lo Gnomo ma trovo che la programmazione del Detour sia ancora meglio)
Spero che si possa fare qualcosa per salvare questa istituzione del cinema!
Anzi, se avete bisogno del contributo di un legale, scrivetemi.

Avv. Marco Fornara
Milano - Via Manara 1

_______

Ho vissuto un anno e mezzo a Roma nel 2001 e 2002, quando lavoravo all'ambasciata francese di Roma. Appassionato di cinema, e cercando una programmazione che lasci spazio sia per i film rari e per i film classici o culti, mi ricordo del Detour come uno dei migliori filmclub romani. Anche per la sua atmosfera e la sua localizzazione negli affascinanti vicoli del Rione Monti...
Purtroppo, non sono mai tornato abbastanza a lungo a Roma per potere tornare al Detour, pero ho sempre mantenuto il mio abbonamento alla newsletter per vedere, per semplice curiosità, la programmazione, e mantenere vivo il ricordo delle numerose proiezioni vissute Via Urbana. Ed è con un vera tristezza che, da Parigi, imparo la possibile chiusura di questo luogo importante della cinefilia romana.

Frédéric MOUSSAÏAN, cinefilo parigino

_______

Tutto il mio sostegno perché amo il cinema di qualità e apprezzo gli eventi che
organizzate, cose che purtroppo a Roma non si trovano facilmente.
Grazie!
Francesca Righi

_______

Buongiorno,
mi chiamo Azzurra Muzzonigro,
vorrei esprimere il mio sostegno, purtoppo solo verbale,
affinchè questa importante realtà non scompaia
dal territorio lasciando un buco nella trama di relazioni
e luoghi di incontro e produzione culturale del quartiere.

con stima.
Azzurra Muzzonigro

_______

Il cinema Detour è un'iniziativa di rilievo nel panorama romano per l'offerta ampiamente accessibile a tutti di cultura cinematografica indipendente e di qualità. Un raro luogo aperto di visione, apprendimento, discussione e scambio. Da salvaguardare. Acconsento agli usi possibili di questa mail a sostegno del Cinema Detour.

Margherita Sabia

_______

Il Detour rappresenta una delle poche realtà culturali del centro di Roma FATTA DA GIOVANI, ma non solo per i giovani. Ormai è un'istituzione del Rione Monti e dopo tanti anni di "onorata carriera" non può appendere il ciak al chiodo. Sono assolutamente con voi!!!

Lina Baratta - Architetto?

_______

ciao,
mi chiamo Eleonora Mesiano, sono di Milano e frequento un corso
di regia del documentario a Cinecittà.
Sono stata una volta sola nel
vostro "cinemino" quest'inverno e vi posso solo dire che sono una
assidua sostenitrice di realtà piccole ma di sicuro con obiettivi molto
più "grandi" degli ormai invadenti multisala.
spero troviate presto una
soluzione e nel limite delle mie possibilità cercherò di darvi una mano
a non scomparire.
grazie!

_______

Quando lo sguardo il mondo si apre verso l'altrove, che senso ha chiudere i propri occhi ? DETOUR DEVE RESTARE APERTO!

Lavinia Parlamenti Graphic designer

_______

In questi anni ho partecipato diverse volte alle iniziative del cinema Detour, trovando, attraverso di esse, la possiiblità di venire a conoscenza di notizie e situazioni nuove, di cui il cinema "tradizionale" spesso non si occupa. Il Detour è un punto di riferimento per quanti, nella città di Roma, siano interessati ai temi e alle questioni sociali, ad iniziative di solidarietà e alla possibilità di un confronto libero e rispettoso delle differenze. E' una delle poche realtà che continua con tenacia e determinazione a portare alla sensibilità di tutti tematiche fondamentali. Inoltre offre la possiiblità di andare al cinema a chi non può più permettersi di pagare il biglietto divenuto ormai piuttosto caro.

Fabia Orlandi, Roma,
psicologa

_______

SOSTENGO AL 100% IL DETOUR UNICA SE NON ULTIMA INIZIATIVA Per IL CINEMA E GLI AUTORI INDIPENDENTI. LI E' STATO PROIETTATO ED HA INIZIATO A PRENDERE PIEDE UN MIO PROGETTO CHE PRIMA VARI AVEVANO SCARTATO, ORA CON QUESTO PROGETTO SONO A BUENOS AIRES. GRAZIE DETOUR!

ROBERTO FIORE

_______

Gli spazi come il Detour a Roma sono sempre di meno mentre il bisogno di tali spazi sempre maggiore...
Speriamo per una soluzione positiva!!

Luca Loperfido
Precario

_______

Sono anni che veniamo al Cinema Detour per godere film che altrimenti non sarebbe possibile vedere, senza parlare degli incontri culturali intorno al cinema. Senza Detour, Grauco e pochi altri la piazza di Roma sarebbe davvero monotona quando si tratta del Settimo Arte.

Alessio Albino - Roma
Eric McKee - Cannobio/VB.

_______

Il sottoscritto Alessandro Mundo, residente [...], Roma, sostiene il cinema Detour affinche esso, preferibilmente all'interno della sede attuale, continui a svolgere quell'azione culturale che da sempre svolge.

Alessandro

_______

Aderisco volentieri alla vostra iniziativa. Il cineclub detour è un'istituzione ed ha una programmazione unica, che nessun altro posto a Roma ha. La sua chiusura sarebbe una grave perdita per la città.
Tenete duro!

Emanuele Del Caldo (impiegato)

_______

Desidero esprimere l'auspicio che il Detour possa continuare le sua attivita' che, pur non abitando nel centro storico, negli anni scorsi ho spesso apprezzato.

Piero Chiaradia
Professore Universitario - Roma

_______

Mi chiamo Paolo Martinelli, faccio il copywriter e il musicista, ho un passato da studente di storia del Cinema e un presente e un futuro da appassionato della settima arte. Il cinema sta venendo rinchiuso, lontano dalle sale, in schermi sempre più piccoli. Mentre Detour rischia la chiusura la pigrizia rischia di vincere definitivamente. Quella pigrizia che in questi anni non mi ha mai quasi mai portato fino a via Urbana, una distanza ridicola, per rivedere alcuni dei miei capolavori preferiti e mi ha invece tenuto schiacciato sul divano, sicuro e comodo con i miei millemila dvd e file scaricati. La pigrizia e la cultura non vanno molto d'accordo. Anche la solitudine e la cultura non dovrebbero vivere così vicine come stanno vivendo in questi anni 2.0.0.0. Dovremmo tornare a uscire di casa per condividere idee, immagini, pensieri e parole. Invece lì fuori sembra sia rimasta solo la violenza e la sua controparte, la paura. E noi, e io, siamo chiusi in casa premendo tasti di gomma su un parallelepipedo di plastica. Spero che Detour resista, o quel giorno in cui riuscirò a alzare il culo dal divano per andare a confrontarmi con altri amanti del cinema non avrò un posto dove andare.

Paolo

_______

SONO DORIANO CUCCIONE, SOCIO DA MOLTI ANNI DEL DETOUR. ESPRIMO LA MIA SOLIDARIETA' PER QUESTA INIZIATIVA MOLTO IMPORTANTE PER PER IL RIONE MONTI, CHE NON SIANO I SOLITI BAR O RISTORANTI PER TURISTI, MA PER LA CULTURA A 360°. INVITO LE ISTITUZIONI AD APPOGGIARE CONCRETAMENTE LO SFORZO DI QUESTI GIOVANI RESPONSABILI. MAGARI TROVANDO UNA NUOVA SISTEMAZIONE VERSO PIAZZA VITTORIO.

GRAZIE E A PRESTO !!

_______

Sono convinta che una realtà come detour sia importantissima e vada assolutamente sostenuta Mi auguro che questa mia possa in qualche modo aiutare a sensibilizzare le istituzioni rispetto questo problema, buon lavoro

Sonia Cucculelli Illustratrice

_______

arch. Antonio Romano- Roma

_______


esprimo solidarietà con la scelta di portare avanti le vostre iniziative, di raro impegno sociale e culturale, al di fuori di qualunque logica partitica.

claudia bartolucci, 33 anni, residente a roma, insegnante

_______

mi chiamo Sabrina Varani e sono una regista e direttrice di fotografia e voglio manifestare il mio sostegno al cinema Detour e all'azione di stimolo culturale che ha realizzato in questi anni. Spero vivamente che si troverà una nuova collocazione adatta alle esigenze di questa realtà e che troverà tutto il sostegno necessario da parte di privati e istituzioni.

saluti
sabrina varani

_______

NON CHIUDETE IL DETOUR!!!!!!!!! Ecco i miei dati per sottoscrivere un'eventuale petizione ecc ecc..

Diana De Paolis Studente/Montatore Cinetelevisivo - Roma

_______

Siete una realtà preziosissima che va assolutamente salvaguardata.

Paola Gimigliano, traduttrice.

_______

Cari amici, vi sostegno con ammirazione per il lavoro culturale svolto fino a qui. Mi auguro che riceviate una valanga di lettere per sostenere la vostra attività. Per conto mio farò girare l'appello nelle associazioni degli autori cinematografici.

Liliana Ginanneschi, regista.

_______

Esprimo il mio sostegno per il Detour e spero davvero che possiate continuare il vostro impegno.
In bocca al lupo

Francesco Fazzio
architetto, Roma

_______

Solo al Detour si possono vedere film che non girano nelle "gradni" sale, film di qualità, cortometraggi originali, nuove proposte o vecchie glorie.
La chiusura del Detour sarebbe un'altra perdita per la cultura, una perdita di una realtà che funziona e che ha un seguito.

Gianni Campanile
Impiegato

_______

Il Cineclub Detour come importante realtà creativa e culturale Romana non deve chiudere, ma continuare la sua importante funzione di diffusione di cinema alternativo.

Mino Cavallo Musicista

_______

Non posso credere che il detour rischi di chiudere, non può e non deve chiudere. Il detour è stato ed è il cineclub per eccellenza. Un cineclub dove è possibile vedere quello che nei cinema commerciali non vedremo mai, film recenti fuori dal circuito commerciale, film datati ma sempre attuali, e soprattutto films di qualità e indipendenti.

Claudio Pecchioli 43 anni tecnico

_______

Sono uno studioso di musiche e culture popolari e, pur non occupandomi prevalentemente di cinema, ho sempre avuto nel detour un punto di riferimento per la stimolante programmazione che va davvero in tutte le direzioni e, soprattutto, nella ricerca di tutto ciò che non passa nei canali ufficiali. La sua chiusura sarebbe davvero una grave perdita per la Roma 'underground'! Purtroppo non sono nelle condizioni di poter fornire un aiuto concreto ma soltanto una, spero non inutile, sentita solidarietà.

Cordiali saluti,
Giovanni Vacca

_______

Damiano Garofalo nato a Roma il 16/12/1986
Studente Universitario

_______

Paola Busato Bertagnolio, pensionata

_______

Spero di cuore che l'avventura del Detour possa continuare ancora per molto tempo.

Riccardo Rosati
Critico cinematografico

_______

Egregi signori,

Ricevo adesso la mail dalla quale vengo a sapere che il Cinema Detour rischia la chiusura.
QUESTA MAIL, VI PREGO DI CONSIDERARLA DI SOSTEGNO DEL CINEMA E UNA VOCE IN PIù CONTRO LA SUA CHIUSURA.
Sono un'attrice esordiente.
Mi piacevano le iniziative del cinema Detour: festival dei corti, retrospettive dei registi le cui opere non erano facilmente reperibili ecc.
Grazie per l'attenzione,
Cordiali saluti,

Olga Matsyna

_______

Cari amici del Detour, avete tutta la solidarietà del nostro sito. Posti come il vostro non sono una necessità ma dovrebbero essere nella norma delle cose e sapere che rischiate la chiusura ci rende ancora una volta consapevoli del fatto che viviamo in un paese anomalo (nel senso più brutto del termine). Luoghi come il vostro (attenti alle novità, pieni di fermento e curiosità e, soprattutto, alla portata di tutte le tasche) sono delle rarità da custodire gelosamente. Dispreziamo lo stato delle cose che vi sta portando alla chiusura, in modo direttamente proporsionale a quanto apprezziamo il lavoro che avete svolto in questi anni. Presto inseriremo il vostro comunicato nella nostra home page.

Con immensa stima
La redazione di Bizzarro Cinema

_______

mi chiamo Lucrezia Testa Iannilli sono di Roma ma vivo a Londra, queste poche righe per darvi un pò del mio sostegno... vivendo qui e amando il cinema, un certo tipo di cinema, non posso che essere dispiaciuta nel vedere quanti sforzi debba fare la nostra bella città per mantenere viva l'arte e i suoi esponenti... vabbè lasciamo perde i luoghi comuni.... sempre la stessa storia... La vostra programmazione, sono certa, continuerà! Comunque spero di avere presto vostre nuove notizie e comunicazione di location ...

Un abbraccio Lu
lucreziatestaiannilli.com

_______

Per la qualità dei film, l'interesse delle rassegne e l'entusiasmo di anni di ricerca e passione.
NO ALLA CHIUSURA DEL DETOUR
Per noi che amiamo e abbiamo pure l'onore e l'onere di lavorare nel cinema indipendente il Detour è un punto di riferimento.

Claudia Russo
Redazione 25a ora il cinema espanso La7

_______

mi dispiace per questa situazione, è assurdo che una realtà culturale come quella del Detour sia minacciata e lasciata solamente alla buna volontà e alle risorse economiche dei soci, di amici e simpatizzanti. Faro' girare l'appello, e propongo di fare una petizione sul web, poco tempo fa ne passo' una simile per la libreria Remainders di piazza san silvestro..che rischiava di chiudere per lo stesso motivo..ora mi pare sia "salva" si potrebbe provare almeno per attirare l'attenzione e poi la manderei al Sindaco, I Municipio e all'Assesorato alla Cultura. A presto e tenetemi aggiornata.

Claudia

_______

Do il mio appoggio affinchè il Detour possa continuare la sua attività culturale.

Carlo Bischi

_______

Da anni sono socia del cineclub detour ed ho sempre trovato di profondo interesse culturale tutte le manifestazioni organizzate, per questo mi associo alla richiesta di fare in modo che questa realtà continui ad esistere.

Elisa Cianca,
nata a roma il 5 gennaio 1973
Professione: Impiegato

_______

L'associazione culturale Uscita di Sicurezza di Nicosia vi sostiene.
Qualsiasi altro tipo di aiuto potete contare su di noi.
In bocca al
lupo.
Uscita di Sicurezza

Rosanna Riggio

_______

Sono un socio non frequentatore ma, la faccio breve, vi sostengo moralmente in quanto anche io operatore culturale ed amante del cinema. Appena ho un minuto vi sosterrò anche materialmente con una piccola donazione attraverso il vostro sito.
Auguri!

Claudio Fois

_______

a sostegno del detour

fabrizio fontanelli roma, nato il 12/02/1969 musicista.

_______

Ci auguriamo che le Istituzioni intervengano e impediscano la chiusura del cineclub Detour.
Solo garantendo la vitalità del tessuto culturale urbano si garantisce una cultura veramente aperta a tutti.
L'Associazione per il Teatro Italiano invia un messaggio di solidarietà agli operatori del cineclub e si augura che nelle città e nelle regioni italiane ci sia più attenzione per la cultura quotidiana piuttosto che per l'eventismo faraonico che, troppo spesso, si limita ad essere un rituale celebrativo del ceto politico.
Con l'augurio di una vita lunga,

Associazione per il Teatro Italiano
artisti operatori e tecnici
www.perilteatroitaliano.it

_______


Questa email per manifestare la mia solidariet à. Cordiali Saluti.

Pierpaolo Moio Ingegnere, Regista

_______

Salve,
è da tanto che non vado al cinema detour, ma è una realtà che ho sempre amato e che se venisse a mancare Roma culturalmente sarebbe più povera.
Proprio al Detour l' anno scorso ho visto in anteprima il bellissimo documentario di Daniele Segre Morire di lavoro, preceduto da uno spettacolo teatrale sempre sul tema delle morti sul lavoro.
Sempre in questo cinema ho organizzato anni fa con alucni amici dell'associazione culturale Versoriente un ciclo di film cinesi. Abbiamo proposto di proiettare una serie di pellicole cinesi e la nostra rchiesta è stata accolta con entusiasmo.
Roma ha bisogno di posti come il Detour dove a prezzi accessibili si può godere del buon cinema e a volte anche della buona musica.
Mi auguro che il padrone del locale venga incontro ai ragazzi del Detour.

Alessandra Arezzo

_______

Il cinecircolo Detour svolge da anni un’attività molto importante, perché si è sempre dimostrata culturalmente qualificata e socialmente utile: questo non è un giudizio soggettivo, è un dato di fatto.
Se questa attività dovesse cessare sarebbe una perdita grave per Roma e per i suoi abitanti. In un paese civile, e a maggior ragione nella sua capitale, la cultura deve essere sostenuta e la domanda culturale deve essere soddisfatta, poiché i cittadini hanno il diritto di conoscere il meglio della produzione culturale, specialmente quella più emarginata in quanto non omologata alle più corrive tendenze mercantilistiche, esattamente come hanno diritto ad aggregarsi, a discutere con gli artisti, a confrontarsi con le più diverse posizioni critiche, appunto come avviene al Detour.
Per questi motivi riteniamo che le istituzioni locali, dalla Circoscrizione all’Assessorato alla Cultura del Comune, dalla Provincia alla Regione, debbano fare davvero tutto il possibile affinché il Detour possa continuare a praticare la funzione che si è data, e che è tutta a vantaggio del territorio e della comunità.
Come Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) sentiamo il dovere di rivolgere questo appello a chi può attivamente intervenire, interpretando così nel migliore dei modi i propri compiti istituzionali.

Bruno Torri Pres. SNCCI - Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani

_______

Concordo che il Cinema Detour non debba chiudere.

Viviana Villani Ministero affari esteri Roma

_______

Partecipo da anni alle interessantissime attivita' del Detour del quale mi auguro la sopravvivenza in spazi consoni all'importanza del suo contributo alla gia' ridotta offerta culturale della nostra citta'.

Jacopo Giurato nato a Roma il 30/10/1969 ed ivi residente
impiegato settore telecomunicazioni

_______

Credo che le rarità debbano essere difese non abbattute! Vi confermo il mio sostegno Dovreste attivare una raccolta di firme

Raffaella Pomi Ricercatore Universitario

_______

ciao! una riga di sostegno alla vostra attività che ahimé no riesco a frequentare tanto quanto vorrei! non chiudete!!

carlotta garlanda professione? boh... produzione teatrale

_______

mi auguro davvero che il cineclub detour non venga chiuso!

isa cortesi roma

_______

Io son con Voi.

Saverio Perrone - architetto

_______

La chiusura di Detour sarebbe una perdita per tutti coloro che credono alla necessità di un'arte e una comunicazione libere. Il cinema è movimento, passione, ricerca e ha bisogno di luoghi aperti come Detour per sfuggire al controllo imperiale delle idee, che è anche impoverimento estetico e di intelligenza per tutti. Frigidaire e la Repubblica di Frigolandia sono a fianco dei suoi inventori e animatori. Facciamo pesare la nostra leggerezza! Vincenzo Sparagna, direttore di Frigidaire e presidente di Frigolandia -- Repubblica di Frigolandia Località La Colonia 06030 Giano dell’Umbria (PG) Telefono 0742 90570

alessandro spaziani architetto iunior claudia platania commerciante

_______

Mi è giunta voce che c'è il rischio di una chiusura...beh la mia opinione (e la nostra!) è che un cine-club non debba assolutamente chiudere...è troppo importante mantenere in vita e anzi far crescere la sua importanza e con esso la sensibilità delle persone verso la cultura cinematografica!!! Mi auguro finisca per il meglio! Avete il nostro sostegno morale e reale (se ce ne fosse bisogno). In bocca a lupo!!!

Davide Fragasso, Studente, Pescara.

_______

Non si può stare senza Detour!

Anna Maria Cergnul
videocompositore

_______

ciao ragazzi, siamo tutti nella stessa... associazione per Max! se possiamo fare qualcosa da Massafra, fateci sapere cosa.

Saludos Massimo

_______

Ogni sala che chiude per chi ama il cinema è una fitta al cuore, ma nel caso di Detour si tratta di salvare qualcosa di più di un luogo per cinefili, si tratta anche di salvare una istituzione importante, un laboratorio dove tanti giovani e meno giovani hanno incontrato il cinema, hanno scambiato emozioni e impressioni. Detour rappresenta un punto di incontro e svolge un ruolo sociale, tutte cose di cui oggi abbiamo estremo bisogno. In bocca al lupo!!!

Simone Arcagni
Giornalista e critico cinematografico Docente di Storia del Cinema (Università di Palermo)

_______


La chiusura del Detour sarebbe una sconfitta non dei soci ma della città: lasciamo morire questo luogo mentre mille altri posti morti continuano a vivere (a nostro danno!)

Carlo Michele Schirinzi, regista ed artista.

_______

La notizia della chiusura del Detour dovrebbe intristirmi.
Invece mi fa venire la nausea.
Ma una nausea forte, da ulcera.
Penso che il Detour è il cinema indipendente, a Roma.
E' l'isola dei Pirati, un albergo a ore in mezzo a Parigi, le battaglie nello spazio profondo, una banda di bikers maggiorate, un delirio post-atomico, i sogni dell'oriente misterioso, l'avventura nei deserti, i lunghi silenzi degli amanti, una rapina finita male, il castello dei Fantasmi, mille sigarette, l'amore bellissimo e ridicolo, è Videodrome e Mononoke, Stuart Gordon e Bruce LaBruce...
Ed è ancora e ancora e ancora.
Ed io senza non ci voglio restare.
Troviamo i soldi, teniamoci stretti il Detour.

Zaelia Bishop --- Disegnatore e Cadetto dello Spazio

 

<pagina precedente